Quale futuro per Taranto? Se hai meno di 35 anni, puoi deciderlo tu

Quale futuro per Taranto? Se hai meno di 35 anni, puoi deciderlo tu

Ci sono 200.000 € a disposizione dei giovani che restano al Sud e che hanno un’idea imprenditoriale per riscrivere un nuovo futuro per Taranto

Negli ultimi tempi, sempre più persone dichiarano di voler scrivere un nuovo futuro per Taranto, magari molto diverso da quello attuale, dominato dall’Ilva, dall’Eni et similia.

Come tutti sappiamo, è impensabile aspettarsi la chiusura delle grandi industrie dalla sera alla mattina se prima non si creano i presupposti adatti a gettare le basi di uno sviluppo alternativo.

Ed è altrettanto impensabile voler continuare a ripetere gli stessi errori del passato..
Per anni, giovani e meno giovani che desideravano mettersi in proprio hanno aperto un negozio, pensando di sbarcare il lunario mettendosi a vendere qualsiasi cosa con l’illusione che sarebbe andato tutto bene.

Il risultato è sotto gli occhi di tutti: negli ultimi 30 sono stati aperti centinaia di nuovi negozi copia di altri pre-esistenti, senza mai una valutazione obiettiva della domanda e dell’offerta.
Una marea di presuntuosi aizzati da consulenti senza scrupoli si è fiondata sul mercato aprendo bar, pizzerie, negozi di ogni tipo senza mai essersi chiesti se quella fosse davvero la strada giusta e per quale motivo la gente avesse dovuto preferire loro.

Dopo qualche tempo, quei negozi hanno chiuso uno dopo l’altro.
C’era da aspettarselo.

Se davvero vogliamo riscrivere un nuovo futuro per Taranto, dobbiamo ripartire dalle sue problematiche e dai bisogni o dai desideri di una popolazione che è profondamente cambiata negli ultimi 20 anni.

Quello che andava bene 20 anni non va bene oggi.
E se hai un negozio fotocopia che non rappresenta una reale alternativa (a parte il prezzo, s’intende) basata sulla effettiva domanda di mercato, è chiaro che sei destinato a chiudere.

Soprattutto questa città ha bisogno di tornare a produrre.
Finora, in tanti si sono limitati ad aprire negozi, vendendo praticamente merce di altri, senza nessuna inventiva, senza alcuna proposta in grado di soddisfare concretamente bisogni, desideri, aspettative o di risolvere piccoli o grandi problemi.

Capisco bene che è più facile a farsi che a dirsi.
Per questo, Made in Taranto ha attivato un supporto a favore dei giovani per aiutarli a diventare imprenditori di successo!

Finalmente è a disposizione dei futuri imprenditori uno staff di consulenti affermati, specializzati e d’esperienza che guiderà i giovani a riscrivere un nuovo futuro per Taranto.

E non è tutto.

Con decreto legge n.91 del 20 giugno 2017, è stata approvata la speciale Misura governativa “Resto al Sud” n. 91-2017 a sostegno dell’autoimprenditorialità giovanile!

Gestita da Invitalia, la Misura incentiva i giovani che restano al Sud e che si impegnino ad avviare attività imprenditoriali nelle regioni di Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia.

Requisiti:

  1. avere un’età compresa tra i 18 ed i 35 anni
  2. essere residenti nelle Regioni coinvolte al momento della presentazione della domanda o, in alternativa, essersi trasferiti entro sessanta giorni dalla comunicazione dell’esito positivo dell’istruttoria
  3. non risultare già beneficiari, nell’ultimo triennio, di ulteriori misure a livello nazionale a favore dell’autoimprenditorialità.
  4. aver avviato o, in alternativa, pensare di avviare un’impresa individuale o una società, comprese le cooperative, con sede legale o operativa in una di tali regioni e che non risultino già beneficiari, nell’ultimo triennio, di ulteriori misure a livello nazionale a favore dell’autoimprenditorialità.

La Misura è un incentivo nei confronti dei giovani che restano al Sud e che elaborano progetti imprenditoriali concernenti la produzione di beni nei settori dell’artigianato e dell’industria o la fornitura di servizi, mentre non sarà possibile richiedere gli aiuti per l’avvio di attività libero professionali e del commercio, ad eccezione della vendita dei beni prodotti nell’attività di impresa.

Maggiori dettagli li trovi qui ==> http://www.madeintaranto.org/giovani-che-restano-al-sud/

Al di là però del fatto che vi sia del denaro che viene erogato a fondo perduto, questo non significa che si debba sprecare un’occasione per dar vita ad un’impresa che funzioni.

Mi spiego meglio: ci sono idee imprenditoriali sicuramente fattibili ma che, senza un’analisi professionale, rischiano di essere copia di altre già realizzate. In tal caso, sebbene l’idea in sé possa essere buona, il rischio è quello di andare incontro ad un mercato già al limite della saturazione.

In tutte le circostanze in cui cerchi di entrare in un mercato dove l’offerta è quasi pari alla domanda, devi sapere che, specie in presenza di un brand affermato, i guadagni sono esigui.
L’unica soluzione è ritagliarsi una nicchia ed emergere con forza e valore differenziante.

E non è tutto.

Può accadere che vi siano delle idee vincenti non solo per via della loro originalità ma per il fatto che soddisfano specifici bisogni o desideri sino a quel punto non presi in considerazione. In questi casi infatti vi possono essere casi di domanda latente o di un mercato non preso in considerazione da altri.

Made in Taranto ha deciso di mettere a disposizione di tutti coloro abbiano già un’idea imprenditoriale uno staff di professionisti PENSA IN GRANDE in grado di portare al successo i futuri imprenditori.
La logica è che non è sufficiente riuscire ad aggiudicarsi il finanziamento pubblico ma occorre essere vincenti prima ancora di ricevere le risorse.

Dal mese di Ottobre 2017 dunque, Made in Taranto organizzerà una serie di incontri con i giovani che abbiano già maturato una precisa idea imprenditoriale.

Nel corso di questi incontri, lo staff di professionisti Made in Taranto illustrerà i termini del bando ma la procedura corretta per portare subito al successo la propria idea imprenditoriale.

Gli incontri si terranno a partire dal mese di Ottobre presso la Sede di Made in Taranto presumibilmente ogni venerdì dalle 17 alle 20.
 
Per offrire maggiore chiarezza e completezza dell’informazione, verranno organizzati più incontri.
Per ogni incontro, vi sarà un numero massimo di partecipanti.
Verrà data precedenza a chi ha già un’idea imprenditoriale concreta.

Per maggiori informazioni, ordini e prenotazioni, si prega di compilare il seguente form di contatto:

* I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori

Con l’invio del messaggio, autorizzi automaticamente Digida srl al trattamento dei tuoi dati limitatamente alla presente iniziativa ed in base al D. Lgs. 196/2003

Vuoi essere aggiornato circa le nostra attività? ISCRIVITI al servizio Newsletter

credits photo Cosimo Calabrese