I luoghi del cuore: Pino di Lenne, paradiso terrestre sul mare

I luoghi del cuore: Pino di Lenne, paradiso terrestre sul mare

Immerso in una meravigliosa vegetazione, Pino di Lenne ti conquista per la sua vegetazione fluviale spontanea, la fauna straordinaria, l’azzurro del suo mare e le lussureggianti verdi distese di pini d’Aleppo 

I luoghi del cuore sono posti meravigliosi che fortunatamente certi uomini spregevoli non hanno incrociato sul proprio cammino. Proprio per questo, in parte, sono esenti dai canoni di vita di certi personaggi avvezzi al cemento e al catrame, come pure alla costruzione selvaggia di seconde case.

Pino di Lenne rientra a pieno titolo tra i luoghi del cuore.

Si raggiunge facilmente provenendo dalla SS 106 tra Castellaneta Marina e Chiatona.

Di una bellezza disarmante, set di naturale di numerosi film e cortometraggi, è sede dei boschi di pino d’Aleppo che circondano la foce del fiume Lenne, proveniente dal territorio di Palagiano.
Comprende al suo interno il Bosco di Marziotta, parte della Riserva naturale Stornara.

Qui addirittura è possibile ammirare il pino d’Aleppo più antico d’Europa con oltre 300 anni d’età.

 

E poi spiagge, dune e una distesa verde che quasi bacia l’azzurro mare.

Avvolti nella magia del silenzio di questi luoghi del cuore, si finisce con il rimanere incantati dallo scorrere delle acque del fiume Lenne, in parte navigabile con piccole imbarcazioni.
Lungo il suo corso, è possibile fermarsi ad ammirare la straordinaria vegetazione fluviale grazie ad alcune aree pic nic.

Non è difficile imbattersi in numerosi esemplari di airone, uccello trampoliere dall’aspetto slanciato, e la gallinella d’acqua, riconoscibile per il piumaggio nero e il becco giallo dotato di una cera rossa alla base dello stesso.

A completare il meraviglioso quadro naturalistico, vi è un percorso botanico che facilita la conoscenza delle essenze tipiche mediterranee presenti come: la Phillyrea, il corbezzolo, il Ginepro rosso, il lentisco, le ginestre, i cisti, il rosmarino e l’asparago pungente.

 

Si narra persino che qui giacciano i resti di due navi (una romana e una tarantina che procedeva in direzione di Metaponto) che qui si affrontarono in un breve combattimento conclusosi con l’affondamento di entrambi.

Nel 2010 la spiaggia del Pino di Lenne ha fatto da scenario per le riprese del film Il paese delle spose infelici, diretto dal regista Pippo Mezzapesa.

Sono stati girati vari videoclip: Inizia la serata dei FolkaSud, Taranta Stomp di Graziano Galatone e Freezer dei Sud Foundation Kru.

Vuoi essere aggiornato circa le nostra attività? ISCRIVITI al servizio Newsletter

foto di Angelo Emilio Bergamotti