Masserie, frantoi oleari e cantine

Masseria Amastuola, location turistica Made in Taranto tra le più prestigiose al mondo

autentico fiore all’occhiello, Masseria Amastuola è agriturismo di gran classe e raffinata cantina che produce vini biologici rinomati in tutto il mondo

Masseria Amastuola si trova a Crispiano, a circa 15 km da Taranto.
E’ particolarmente rinomata per i suoi vigneti disegnati noto architetto paesaggista filosofo e giardiniere Fernando Caruncho di chiara fama internazionale e per essere stata protagonista di rilevanti scoperte archeologiche come i preziosi Ori di Taranto. Sono emerse anche vinaccioli e preziosissime anfore vinarie di origine greca.
Da poco terminati i lavori di restauro conservativo, Masseria Amastuola è al centro di una zona rupestre ricca di vegetazione e caratterizzata dalla magnifica alternanza di pini marittimi e macchia mediterranea (rosmarino, timo, lentisco, corbezzolo, mora, rosa campestre, fragole selvatiche, biancospino e calaprisce).
La struttura ha conservato l’originale conformazione tipica delle antiche masserie della zona.
Al piano superiore troviamo infatti ’abitazione padronale e, al di sotto di questa, magazzini, stalle, jazzili, forni, cucine con casolari (o casolai), persino un frantoio, dormitori per gli operai avventizi, una cappella rurale e un pozzo.
Turisti, appassionati, curiosi e cultori del buon vino si danno appuntamento qui tutto l’anno per degustare le specialità del territorio e soprattutto per apprezzare l’eccellenza dei suoi vini biologici.
Le degustazioni avvengono nelle due sale realizzate ad hoc, arricchite di una bottaia, una libreria e un prestigioso ristorante in cui rilassarsi e sollazzare il palato con selezionate proposte gastronomiche tipiche pugliesi.
All’interno dell’antica chiesetta è stato adibito un piccolo museo della Magna Grecia in cui si sono i reperti della collezione Guarini, di proprietà della famiglia ormai da diversi anni.
Nelle vecchie stalle è stata realizzata una sala conferenze adatta per riunioni e meeting aziendali.
L’ospitalità è garantita da diciannove camere ricavate in parte al primo piano del corpo principale della masseria ed in parte al piano terra in un’area originariamente utilizzata come ovile.

Vuoi essere aggiornato circa le nostra attività? ISCRIVITI al servizio Newsletter

Masseria Amastuola produce ottimi vini biologici con metodi che coniugano tradizione e innovazione. Tanto per fare un esempio, qui lo stato idrico delle foglie delle viti si misura con la “camera a pressione di Scholander” che permette di intervenire con l’irrigazione di soccorso solo quando è indispensabile. Tutto questo con enorme ricaduta positiva sulla qualità dell’uva e del vino e sull’ambiente, grazie al minore spreco di acqua.
La vendemmia si fa nelle ore notturne, perché la temperatura bassa fa sì che non si inneschino fermentazioni indesiderate. Le uve vengono trasportate in cantina e ribaltate nelle coclee, da dove passano attraverso doppi tubi che raffreddano la massa, impedendo fermentazioni spontanee, nei fermentini. La fermentazione si svolge a temperatura controllata. L’utilizzo di una pressa sottovuoto, di ultima generazione, consente di ottenere una migliore qualità dei mosti grazie alle bassissime pressioni che raggiunge. A questi processi seguono maturazione, affinamento in barrique o in bottiglia.
Per maggiori informazioni: www.amastuola.it

 


Top Reviews

Video Widget