Artigianato

Ecco il Primitivo Bio tarantino scelto da La Cucina Italiana

Il Primitivo Amastuola è il vino rosso biologico tarantino prodotto nell’immenso vigneto-giardino sul promontorio che guarda il magnifico Golfo di Taranto

Sono proprio queste le notizie destinate a rallegrare chi da tempo immemore investe in una terra meravigliosa qual è Taranto… La nota rivista de “La Cucina Italiana” in questi giorni sta facendo un grande parlare del Primitivo Bio Amastuola, il vino rosso biologico prodotto sulle dolci colline di Crispiano che si affacciano sul mare.

“Dalle terrazze dell’azienda lo sguardo spazia su quella che è la particolarità unica della tenuta, il vigneto-giardino, realizzato dal giardiniere paesaggista spagnolo Ferrando Caruncho dal 2003 al 2006: si tratta di un corpo unico di 101 ettari, con i filari disposti a onde parallele, intervallate da aiuole con ulivi secolari e circondato da cinque chilometri di muretti a secco”, così scrive la giornalista Valentina Vercelli nell’articolo che trovi qui ==> https://www.lacucinaitaliana.it/storie/luoghi/vino-primitivo-2016-amastuola/

Le parole della giornalista sono dettate dal cuore e sono scritte con quella autentica narrazione che arriva con semplicità ad un pubblico attento alla qualità, esigente in fatto di gusto e passionale. Il Primitivo Bio di Amastuola è il prodotto delle intelligenze e delle fatiche di uomini e donne che considerano questa terra una fonte continua di bellezza, le cui radici ancora scavano nelle rocce ultra-millenarie ove qui, 2700 anni fa, si rifugiarono i greci per fondare l’antica Taras.

Visita il sito delle Cantine Amastuola ==> https://www.cantineamastuola.it/

Vuoi essere aggiornato circa le nostra attività? ISCRIVITI al servizio Newsletter

Top Reviews

Video Widget