Tag: Alessandra Cavallaro

Questa è Taranto. Non inventatevi nient’altro.

Taranto ce la racconta la giornalista Alessandra Cavallaro. Per chi ha voglia di amarla ancora. E di lottare per lei, nonostante tutto e tutti. Con tutta franchezza io non lo accetto più. Non accetto che la notizia dello sversamento in Mar Piccolo da parte di un mezzo dell’Amiu e la smentita della Polizia Municipale, di […]

CONDIVIDI SUI TUOI SOCIAL

Taranto, parco Cimino: la vita rinasce, i sogni crescono

Aumentano a Taranto le storie belle, le piccole grandi vittorie, i sogni che si realizzano. Ed oggi vi raccontiamo quello di parco Cimino, dove la bellezza ha preso il posto del degrado Non è trascorso tanto tempo da quando padre Preziuso, coordinatore del centro educativo Murialdo, ricevette in comodato svariati ettari di terreno dalla Marina […]

CONDIVIDI SUI TUOI SOCIAL

Ilva e Museo Mar.Ta.: come può uno scoglio arginare il mare?

Come si può costruire un cammino con l’Ilva che ha prima illuso Taranto con un benessere di plastica e poi l’ha affossata, contaminando tutto? – Alessandra Cavallaro Come può uno scoglio arginare il mare.. a margine delle riflessioni della giornalista e, parafrasando le parole di una nota canzone di Lucio Battisti, ci chiediamo come sia […]

CONDIVIDI SUI TUOI SOCIAL

Lezioni “di strada” per i bambini della Città Vecchia

“Giuà, ma ci è?”. Mentre aiutano a ripulire la targa commemorativa dedicata a Giovanni Paisiello, i bambini della città vecchia fanno domande. Giocano a salire sulla scala e si arrampicano fino al marmo che ricorda dove è nato il compositore tarantino. Poi guardano meglio e tornano a domandare. “Giuà, ma ce signifeche?”. In effetti la […]

CONDIVIDI SUI TUOI SOCIAL

..a ritrovar la Taranto che sa ancora amare!

“Zia ho capito. Vuoi un esempio? Io che amo la nonna anche se ha la dentiera che non mi piace”. In effetti aveva capito. Ed era inutile spiegare a mia nipote, con una prosopopea saccente e da adulto, cosa fosse l’amore. Domenica sera, l’Auditorium Tarentum ha ospitato uno spettacolo “difficile”, almeno questo pensavo prima di […]

CONDIVIDI SUI TUOI SOCIAL
Back To Top