Commercio ed economia tarantina ripartono con un piano riservato a pochi

Ecco il piano speciale per rilanciare commercio ed economia tarantina. Bada bene! Non è per tutti, ma solo per chi ha l’umiltà di mettersi in discussione

(credits photo: Dino Spino)

Si, hai letto bene. 
Ho un piano per rilanciare commercio ed economia tarantina. 
E non è per tutti. Perché in questo piano saranno coinvolti solo i negozi, gli artigiani e le aziende che hanno l’umiltà necessaria per rimettere in discussione innanzitutto se stessi.

Bene, se questo ti è chiaro, puoi continuare la lettura.
Se invece sei convinto delle tue idee, va pure per la tua strada.
La vita è fatta di scelte.
Non sono un politico quindi non devo andare d’accordo con tutti o comunque non ho bisogno di essere necessariamente ben voluto.
Qui ti dirò un po’ di cosette belle, chiare e semplici. Non userò termini tecnici e non parlerò al cuore. Taranto non si risolleva con le promesse, la solidarietà o le speranze. Commercio ed economia tarantina si risollevano solo se smettiamo di fare le cose che abbiamo sempre fatto.

Prima di passare a parlarti del piano che ho in mente per risollevare commercio ed economia tarantina, ho bisogno di fare una premessa: so benissimo che, nonostante tu non abbia ancora finito di leggere quello che ho da dirti, stai già pensando che il rilancio dell’economia passa da una sana politica economica locale, regionale e nazionale. Sono sicuro che, tra te e te, stai pensando “ma chi è sto’ presuntuoso che pensa di avere in mano la ricetta della felicità?”. Perciò ti chiedo un favore: metti da parte per un attimo tutti i tuoi pregiudizi e, una volta tanto, abbi l’umiltà di leggere quello che ho da dirti. 

Torniamo al punto: risollevare commercio ed economia tarantina.

Prima di procedere, ti pongo una domanda: credi davvero a tutto quello che senti in TV o leggi sui giornali a proposito di economia, finanza e imprese? 
Io parto da una semplice constatazione: loro possono dire che c’è crisi, che lo Stato è assente, che c’è deflazione, che le banche hanno chiuso i rubinetti, ma la verità è una sola: il destino della tua azienda (indipendentemente dal fatto che tu sia un piccolo commerciante o un grandissimo imprenditore) dipende solo da te.

Te la faccio ancora più facile: credi davvero di voler andare avanti facendo quel poco di pubblicità in TV o sui cartelli 6×3, evitando di pagare tasse ove possibile, risparmiando sui contributi ai dipendenti, licenziando qualche collaboratore o trovando un modo per eludere o addirittura evadere le tasse? 
Credi davvero che la nostra economia si risolleverà solo quando lo Stato si deciderà a farti pagare meno tasse, a regalarti la famosa area No Tax (tanto cara ai nostri politici) oppure quando finalmente qualcuno (chi?) si deciderà ad attirare gli investimenti sul territorio?

Se sei convinto di questo, beh allora lascia stare.
Chiudi questa pagina e in bocca al lupo.

Se invece sei tra quei pochi imprenditori che hanno ancora un barlume di intelligenza e soprattutto di umiltà e amor proprio, è il caso di continuare la lettura.
Se rientri tra questi imprenditori “illuminati”, mettiti comodo e leggi cosa ho in mente per rilanciare commercio ed economia tarantina.


Vuoi essere aggiornato circa le nostra attività? ISCRIVITI al servizio Newsletter


credits photo: Dino Spino

Si tratta di un piano speciale che coinvolge tutta l’area jonica, quindi non solo Taranto.
In particolare, coinvolge tutte le aziende, i negozi e gli artigiani che fanno parte di Taranto e provincia.
Ho detto “tutte”, ma intendo tutte quelle aziende che hanno voglia di mettersi in discussione e che hanno voglia di crescere, nonostante qualcuno abbia deciso di affossarci. Nonostante qualcuno aspetti che sia il prossimo Sindaco o Presidente della Regione a stabilire come rimettere in sesto la nostra economia.

Vengo subito al dunque.

Io parto dal presupposto che qualunque azienda possa avere successo solo se ricorrono 10 condizioni imprescindibili:

  1. Focalizzare il business
  2. Essere differenti ed esclusivi nel mercato in cui si opera
  3. Disporre di un brand chiaro ed inequivocabile
  4. Centrare il target 
  5. Centrare il giusto prezzo 
  6. Soddisfare il cliente al 100% (offrendo su questo anche chiare garanzie)
  7. Automatizzare le vendite
  8. Creare flussi di cassa stabili
  9. Fare marketing orientato solo all’acquisizione di nuovi clienti (e non ad attirare la mera attenzione)
  10. Sapere leggere un bilancio 

Chiaramente, tutto questo lo dico per esperienza diretta.
Lì dove ricorrono tutte queste dieci condizioni, non c’è crisi che tenga.

Facci caso: oggi quasi tutti i commercianti e imprenditori si lamentano perché la gente non compra.
Come dare loro torto?
Però se ti fai un giro nelle loro aziende, nella maggior parte di esse trovi prodotti e servizi uguali a tanti, replicabili con facilità ovunque, privi completamente di una logica orientata alla soddisfazione di un bisogno o alla realizzazione di un desiderio di un cliente.

Prendiamo il caso di un rivenditore di vernici.
In genere, ce ne sono di due tipi: quello che vende vernici di alta qualità e a marchio noto, e poi quello che vende roba di basso qualità a prezzi di battaglia.
In tutti e due casi, la politica adottata da questo commerciante è fallimentare.
Certo, all’inizio qualche latta di vernice la venderà pure, ma nel lungo termine, è destinato a chiudere, come tanti altri.
Il motivo?
Semplice, non vendi perché sei uguale a tanti: se io ho bisogno di vernici, trovo sia l’uno che l’altro prodotto in qualunque ferramenta, a prezzi variabili. Infatti, in questi casi, quello che succede è la classica guerra dei prezzi. Sul momento credi di fare affari perché, avendo abbassato i prezzi, la gente compra.. ma poi accade che in tasca ti rimangono solo i soldi per le tasse e, a malapena, per pagare le merci e l’affitto.

E allora qual è soluzione?

La soluzione è tipo quella ad esempio adottata da quello stesso commerciante di vernici che ha deciso di:

  1. smettere di vendere la roba degli altri
  2. focalizzare il business
  3. scegliere il target
  4. inventare un nuovo prodotto a marchio proprio
  5. creare un proprio brand identificativo 
  6. acquisire nuovi clienti già dal primo mese

Qual è stato il risultato?
Questo commerciante ha raddoppiato numero di clienti e fatturato in meno di un anno.

Questa regola è applicabile a tutti.
Non esiste “il mio mercato è differente”, “il mio caso è diverso”, “la mia città è povera”, “nel mio settore funziona diversamente” e cretinate di questo tipo….


Vuoi essere aggiornato circa le nostra attività? ISCRIVITI al servizio Newsletter


credits photo: Dino Spino

Ora non pretendo di farti cambiare idea dall’oggi al domani.
Pretendo però che tu abbia l’umiltà di seguirmi in un progetto che riporterà velocemente commercio ed economia tarantina a crescere. L’unico limite sarà la nostra volontà e la nostra voglia di lavorare.

Il piano per rilanciare commercio ed economia tarantina è fatto di cose semplici, fattibili e soprattutto concrete.
Soprattutto si basa su casi concreti e di successo.

Per la messa in atto di questo piano, ho riunito le migliori professionalità che, se vorrai, ti daranno volentieri una mano per tornare a pensare in grande.

Il piano per rilanciare commercio ed economia tarantina ha due particolarità:

  1. è studiato per garantire il successo di chi si metterà in discussione
  2. è pensato per darti tutto quello che ti occorre

Niente fronzoli dunque.
Ci ho messo anni per mettere a punto questo piano.

Attenzione però!
Non è per tutti!

Il piano per risollevare commercio ed economia tarantina è riservato solo alle aziende, ai commercianti e agli artigiani che hanno l’umiltà di capire che i tempi sono cambiati, che non ci sono più le “vacche grasse”, che il consumatore oggi ha più possibilità e facilità di scegliere rispetto anche a soli 10 anni fa. E che, se non sei pronto a recepire queste nuove istanze, sei destinato a chiudere. Non domani, non tra un mese, non tra un anno. Ma sei destinato a chiudere.

A te la scelta.

Puoi decidere di continuare a fare quello che hai sempre fatto e assumerti tutte le responsabilità del caso.
Oppure puoi decidere di cambiare tutto e di intraprendere un cammino non senza difficoltà ma che ti garantisce il raddoppio di clienti e fatturati in meno di un anno.

Immagina ora se tanti negozi, aziende e artigiani iniziassero a raddoppiare i propri fatturati e i propri clienti..
Immagina quanta occupazione creerebbero, immagina quanto più ottimismo ci sarebbe in città.. e con esso, più investimenti, più notizie positività, più spirito di emulazione!

Immagina se uno di questi fossi proprio tu.

Sconvolto?
Spero proprio di no.
Perché quello che ti ho detto dovrebbe essere chiaro da tempo a tutti coloro che oggi fanno l’imprenditore e non l’impiegato alle poste.

Se ti interessa saperne di più, iscriviti al programma e rientra anche tu tra le prossime Eccellenze di Taranto.
E’ sufficiente compilare i campi di questo form di contatto per rimanere aggiornato e iniziare un percorso inedito, rivoluzionario e assolutamente di successo:
* I campi contrassegnati con asterisco sono obbligatori

I tuoi diritti in materia di privacy sono tutelati da Digida srl nel rispetto della vigente normativa (D.lgs 196/2003) – inviando questo messaggio, acconsenti al trattamento dei tuoi dati personali finalizzato a poter rispondere alla tua richiesta

credits photo: Dino Spino
CONDIVIDI SUI TUOI SOCIAL
Back To Top