I volti del cambiamento

Un albero per ogni nuovo nato: finalmente è realtà a Taranto

93 querce ai giardini Jannelli (Villa Attica), 55 prunus in viale Cannata, 50 prunus parco robinson, 130 via lago maggiore, piazza alda merini e piazza Spagnoletti, 15 pyrus in corso Umberto e molti altri

Il progetto per anni invocato “Un albero per ogni nuovo nato” pare finalmente concretizzarsi con la piantumazione di 55 prunus in viale Cannata, 50 prunus parco robinson, 130 via lago maggiore, piazza alda merini e piazza Spagnoletti, 15 pyrus in corso Umberto e molti altri ancora.

La cerimonia di consegna delle targhette si terrà, per i bambini dei quartieri limitrofi, sabato 22 dicembre alle ore 11 presso i giardini Cordelia Jannelli siti in via Attica.

Infatti, dal 16 febbraio 2013, è istituito l’obbligo per Comuni con più di 15mila abitanti di piantare un albero per ogni nuovo nato, registrato all’anagrafe o adottato.
La legge, da tempo, punta a incentivare gli spazi verdi urbani, per migliorare la qualità della vita.

Addirittura, presso il Ministero dell’Ambiente, è stato anche un apposito organo chiamato “Comitato per lo sviluppo del verde pubblico”. Ogni anno, il Comitato dovrebbe provvedere alla rendicontazione e al monitoraggio degli alberi piantati.

A Taranto, abbiamo esigenza che si torni a puntare nuovamente sull’ambiente:  vogliamo sperare dunque che si applichi finalmente la legge anche in una terra dove la Grande Industria ha fatto sempre tutto ciò che gli è parso, senza tener conto della legge e della salute degli abitanti.

Che si tratti di una prima inversione di tendenza?
Ce lo auguriamo!

Vuoi essere aggiornato circa le nostra attività? ISCRIVITI al servizio Newsletter

Top Reviews

Video Widget