Lasciò il posto fisso per realizzare il sogno di esportare il ‘modello Taranto’

con una rete di 5 professionisti, 7 collaboratori, un brand riconosciuto e la forza di un marketing con garanzia di risultato, il sogno si sta avverando

Correva l’anno 2008.
La crisi iniziava a farsi sentire.
Egli aveva il posto fisso e lavorava nell’azienda più bella del mondo.
Le cose andavano piuttosto bene.
Ma lui sognava di fare qualcosa di più per sé e la sua terra.

Comincia così la storia di Gianluca Lomastro, classe 1973, sposato, una casa, una campagna, un figlio. Una laurea in Scienze Economiche e Bancarie presa nella bellissima Siena, una specializzazione in acquisizione clienti, numerosi corsi di Marketing & Vendite e tanta voglia di riscattare la sua Taranto.

Nella sua vita ha fatto un solo concorso per un posto di istruttore amministrativo a Rimini nel 1995. Riuscì a passare lo scritto, ma dentro di sé sapeva già che non sarebbe stata quella la sua vita. E infatti così è stato. Appena terminati gli studi universitari, si è messo in proprio iniziando a fare l’agente di vendita presso una delle aziende più prestigiose d’Italia, la Maggioli Spa. I suoi clienti erano i Comuni della provincia di Brindisi e di Bari. Guadagnava così bene che il mito del posto fisso non gli stava per niente addosso. E poi quel lavoro gli piaceva. Sempre in mezzo a tanta gente, sempre in continua sfida con se stesso.

Poi gli anni passavano e, essendo in odore di matrimonio, da buon meridionale, iniziava a pensare che quel mondo forse non gli apparteneva più. Che bisognava mettere la testa a posto. O almeno così gli dicevano tutti: amici, parenti, genitori, persino i colleghi. Tutti avevano un consiglio giusto per lui. Tutti gli suggerivano che era meglio se si trovava un lavoro vero. Magari al Comune o in un’azienda solida. «Che ne sai che ti può succedere nella vita», gli dicevano i parenti, «ora lavori e guadagni bene, ma poi diventi vecchio e non hai più la forza. Meglio un posto fisso alle Poste. Pensaci!». Questo lavaggio del cervello quotidiano lo ha portato a farsi assumere presso un’azienda tarantina che produce masselli autobloccanti, Vibrotek srl, una realtà manifatturiera tra le più dinamiche del territorio, presso cui finì per affezionarsi ad un nuovo mondo ‘fatto di certezze’.

Per non farla troppo lunga, a Gianluca quel bel posto fisso in un’azienda a due passi da casa faceva comodo. La sua vita procedeva ora a ritmi più ‘confortevoli’. Aveva un ufficio tutto per sé, era circondato da colleghi fantastici, i suoi datori di lavoro erano veri imprenditori sempre precisi e puntuali specie con il pagamento con le buste paga, i rapporti con gli agenti di commercio che coordinava erano (quasi) idilliaci, il lavoro procedeva bene, l’azienda cresceva, i risultati arrivavano, con i complimenti dei suoi capi. Alle 18, il lavoro terminava e a casa c’era ad attenderlo una moglie pazientissima con cui progettava una nuova casa, una nuova vacanza e un po’ di sano shopping nel week end.

Insomma, non gli mancava niente per essere felice.
Fino a che non venne alla luce Alessandro, il primo figlio.
Era il 2008.
Da quell’anno, qualcosa cambiò per sempre.

Con l’arrivo del primo figlio, Gianluca cominciava a sentire dentro di sé che quella vita gli stava stretta. Ogni pausa caffè lo portava a guardare il mondo fuori dalle grandi finestre del proprio ufficio. Ed ogni volta pensava che quello non era il suo mondo.

Come sempre, in questi casi, quando hai un sogno da realizzare, le stelle sembrano complottare a tuo favore e le cose sembrava quasi che volessero accadere da sole.
Iniziarono infatti a susseguirsi tutta una serie di incontri fortunati. Alcuni dei quali con professori universitari e molti altri con imprenditori che lo apprezzavano per il suo marketing che aveva portato l’azienda presso cui lavorava a raddoppiare i suoi fatturati in pochi anni.

E fu così che il gran giorno arrivò, tra gli sguardi sconcertati della moglie, di parenti e amici.
Gianluca Lomastro, l’esperto in marketing nell’azienda manifatturiera più di successo di Taranto, lasciava il suo posto fisso per inseguire il sogno di creare ed esportare il ‘modello Taranto’ nel mondo.

Gianluca ha dovuto prima impegnarsi nel gettare le prime basi del proprio futuro. Così ha creato una rete tra professionisti specializzati in vari settori aziendali:  non solo marketing, ma anche contabilità, fisco, controllo di gestione. E tutto questo grazie all’incontro con quello che oggi è diventato anche un amico: Giuseppe Pasca, commercialista e uno studio di consulenza avviato con successo 20 anni fa e che oggi annovera ben 7 collaboratori. Era il 2009 quando è stato siglato il primo accordo che puntava a dar vita a risvegliare le sorti di un territorio bocciato dalla grande industria e devastato dalle attività di quest’ultima. Subito dopo, Gianluca si è messo al lavoro, facendosi conoscere tra le varie realtà produttive e commerciali del territorio e iniziando a parlare del suo progetto per Taranto.

Grazie a Dio, il lavoro procedeva bene e gli anni passavano in fretta.
Fino al 2014, anno in cui veniva finalmente svelato il cuore del progetto, denominato Made in Taranto (MiT).
Da subito accolto con entusiasmo da parte di imprenditori, commercianti e professionisti, il progetto MiT ha generato subito proseliti perché mirava a raccontare una Taranto diversa da quella che ci era stata descritta negli ultimi 50 anni.

Il progetto Made in Taranto ha raccontato per oltre 4 anni una Taranto diversa, soprattutto possibile. Ne ha narrato le bellezze nascosto, celebrato le persone che maggiormente tuttora contribuiscono alla sua rinascita e tessuto le lodi di tanti giovani impegnati a risvegliare la coscienza di una città che sembrava essersi assopita all’ombra delle ciminiere.

Made in Taranto ha così promosso il territorio e le sue aziende. Queste ultime sono state liete di contribuire ad un processo inarrestabile di conoscenza e di rinascita che è andato ben oltre i confini territoriali locali. Da qualche tempo infatti, molti imprenditori toscani, umbri, veneti ed emiliani si stanno interessando al ‘modello Taranto’. E’ infatti grande la loro sorpresa quando, scorrendo i tanti articoli pubblicati su questo sito web, si accorgono che il vero cambiamento non è stato generato da una politica accorta o da qualche fattore esterno, ma da 400 imprenditori che hanno creduto nelle potenzialità di un brand, il Made in Taranto, e di un territorio che ha tanto da raccontare.

Così oggi Made in Taranto riunisce numerosi tra i migliori imprenditori e professionisti di Taranto e provincia. E continua a portare alta la bandiera di una terra offesa e deturpata, ma pronta a risorgere e a spiccare il volo. Non più un progetto o un’associazione, ma una realtà che oggi consente anche a piccoli panifici di esportare i propri prodotti nel mondo, grazie ad un lavoro di marketing territoriale basato sui risultati e un lavoro certosino di ricerca e di studio.

Il ‘modello Taranto’ oggi è sbarcato negli USA, negli Emirati Arabi, nei Paesi extra europei dell’Est e in alcune nazioni europee. I prodotti di tante aziende locali sono sempre più conosciuti e apprezzati nel mondo, nonostante l’oppressione di una grande industria che oggi presenta numerose incertezze.

Alla base di tutto questo lavoro c’è stata sicuramente una valorosa unità d’intenti tra commercianti e imprenditori locali che oggi ha trasformato un sogno in realtà.

E, a rendere ancor più grande questo sogno, c’è il marketing.
Non il marketing delle pubblicità inutili o delle affissioni improbabili o dei siti web perchétuttihannounsito, ma quello della certezza del risultato.

E’ il marketing con garanzia di risultato basato su un lavoro metodico, un metodo scientifico, comprovati risultati di successo e un gruppo di professionisti in grado di aiutare qualunque azienda a pensare in grande.

A portare avanti questa nuova formula del marketing, praticamente unica in Puglia, è Gianluca Lomastro che, dopo aver lasciato il posto fisso e tante certezze, ora è proprio lui a fornire queste ultime.

Il marketing con garanzia di risultato è il sistema vincente, unico in Puglia, a garantire risultati certi (clicca qui per saperne di più: https://www.madeintaranto.org/marketing-risultato-garantito-acquisire-nuovi-clienti/).

E’ un lavoro di grande umiltà perché mette al centro i bisogni degli imprenditori, perché mette al centro Taranto, perché mette al centro la speranza di vedere tornare a splendere le aziende di un territorio che sta ritrovando la forza di ripartire alla grande!

Per cui, da oggi, quando cercherai un esperto di marketing, uno che ti dia certezze e non solo promesse, troverai in questa persona un vero punto di riferimento.
Gianluca è anche partner del progetto Pensa in Grande e di Insieme per Competere.

Tante le agevolazioni per tutti.
Clicca sul seguente link per saperne di più e per richiedere una consulenza personalizzata agevolata:   https://www.madeintaranto.org/forniture-servizi-agevolati/consulenza-marketing-web-marketing-digida-crea-valore/

Vuoi essere aggiornato circa le nostra attività? ISCRIVITI al servizio Newsletter

CONDIVIDI SUI TUOI SOCIAL
Back To Top