Taranto, estate 2015: 10 librerie in spiaggia per attirare turisti

Grazie alla generosa partecipazione di WINDOR srl (azienda specializzata in infissi, porte & finestre), quest’estate Taranto vedrà tornare le librerie in spiaggia che tanto piacciono ai turisti

librerie in spiaggia 2015

Dopo il successo dell’edizione dello scorso anno denominata ‘Libri al sole‘ organizzata presso Lido Gandoli in collaborazione con il negozio di telefonia mobile Wind Taranto via Liguria,  l’estate 2015 a Taranto e provincia vedrà tornare le librerie in spiaggia grazie alla preziosissima collaborazione della giornalista e blogger Paola Bisconti. A finanziare l’operazione quest’anno c’è WINDOR, la nota azienda che da quarant’anni è specializzata nella vendita e posa in opera di infissi, porte e finestre (> www.windor.it).
L’azienda, storica sostenitrice del progetto Made in Taranto ™, ha deciso di finanziare l’iniziativa in quanto fermamente convinta che la rinascita di Taranto e provincia debba necessariamente passare da una maggiore diffusione di culturatradizioni e senso di appartenenza al territorio. E i libri non possono che alimentare questa consapevolezza.

Vuoi essere aggiornato circa le nostra attività? ISCRIVITI gratis al servizio Newsletter

Quest’anno dunque, grazie a WINDOR, le librerie da costruire e installare saranno dieci e prevederanno, come sempre, il coinvolgimento dei bagnanti che potranno partecipare all’iniziativa donando libri già letti di qualsiasi genere e argomento. Le librerie verranno installate presso gli stabilimenti balneari privati che ne faranno richiesta. Qualora gli stabilimenti non vi aderissero, è già previsto comunque in piano B che prevede l’installazione altrove.

librerie in spiaggia 2015 Le librerie in spiaggia, oltre ad intrattenere i bagnanti, costituiscono un importante fenomeno in grado di attirare i turisti, in quanto ognuna di queste è segnalata a livello internazionale con un particolare codice identificativo che le rende rintracciabili da appassionati e sostenitori di tutto il mondo. Queste librerie infatti appartengono al circuito delle Little Free Library

Queste librerie rappresentano un segnale di cambiamento importante per il nostro territorio. Un segnale molto ben preso in considerazione a livello internazionale e dai politici del Governo centrale. Non dimentichiamo che l’anno scorso l’ex Ministro Massimo Bray espresse particolare soddisfazione per l’iniziativa e lo spirito d’intraprendenza dei commercianti tarantini. E anche i turisti stranieri l’anno scorso ci inviavano e-mail per sapere se avessimo previsto di installarne altre in provincia jonica.

Le librerie in spiaggia saranno possibili grazie al notevole apporto di competenza ed esperienza della giornalista Paola Bisconti che, l’8 maggio 2013, ha inaugurato cinque mini biblioteche insieme agli alunni dell’Ist. Comprensivo L. Da Vinci di Cavallino e installato speciali “casette-librerie di strada” in parchi e piazze del paese compreso Castromediano (frazione di Cavallino).

L’iniziativa di Paola Bisconti ha avuto così tanto successo che, nell’arco di pochi mesi, ha potuto estendere le proprie radici in molte aree del territorio salentino, inaugurando una Little Free Library a Lecce, un’altra in un asilo nido a Caprarica. In occasione del primo anniversario delle mini biblioteche Paola Bisconti ha invitato Filippo Nicosia, ideatore di “Pianissimo  libri sulla strada” e, insieme, hanno festeggiato la ricorrenza presso il parco della Casina Vernazza a Cavallino.

Vuoi essere aggiornato circa le nostra attività? ISCRIVITI gratis al servizio Newsletter

Made in Taranto ™ intende anche continuare a promuovere la creazione di reti tra gli operatori del commercio, della cultura e del turismo mettendone in comune volontà, competenze, esperienze e desideri di partecipazione attiva alla vita sociale e sviluppando prototipi di dialogo in grado di promuovere la socializzazione, la condivisione e l’interazione tra soggetti di un’ampia comunità.

Ci attendiamo una partecipazione entusiastica all’iniziativa da parte degli stabilimenti balneari di tutta la provincia di Taranto. Per partecipare o richiedere maggiori informazioni in merito, detti stabilimenti possono contattare Made in Taranto ™ mediante il modulo seguente:

* I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori

CONDIVIDI SUI TUOI SOCIAL
Back To Top