ArtigianatoAttrazioni ed Escursioni

Visita Laterza, patria delle maioliche famose in tutto il mondo!

Visita Laterza! E’ terra ricca di sorgenti, sede dei Canyon d’Europa e stupisce per la sua straordinaria collezione di pregiate maioliche

Le pregiate maioliche di Laterza nel 1700 rifornivano le commesse borboniche e vaticane. Questi nobili ceramiche sono l’orgoglio di molti musei, dal Victoria and Abert Museun di Londra all’Ermitage di San Pietroburgo e poi Berlino, Limonges, Vienna fino a Faenza, Matera, Cile, Spagna, Brasile.
Per questo, oggi Laterza è considerata la patria delle più importanti collezioni di maioliche che, dopo un lungo viaggio tra i più importanti musei del mondo, sono di nuovo a casa.

Attualmente le maioliche laertine sono conservate nel Museo della Maiolica di Laterza (detto MuMa), ricavato nella sede del Palazzo Marchesale, un complesso del XVI secolo nel cuore del borgo antico di Laterza.

Visita Laterza e lasciati conquistare dalle testimonianze di abbondanti sorgenti d’acqua dolce e dalla sua fontana medievale, dalle pietre grezze, le facciata ricche di motivi architettonici rinascimentali che adornano il Palazzo Marchesale, dalle sue Gravine oggi soprannominate Canyon d’Europa e dall’affascinante Cantina Spagnola!

La storia della Maiolica laertina inizia nel secolo XVII.
Mentre l’Italia è percorsa dai fasti, dai vortici di corpi, dalla ricchezza dell’arte barocca, in un piccolo centro del Regno di Napoli, i maestri maiolicari laertini, plasmando l’argilla, danno vita a capolavori spesso popolati da figure che sembrano venir fuori dalle fiabe.

Dalle mani di questi abili maestri prendono forma grandi piatti da parata destinati ad abbellire le residenze delle nobili famiglie del tempo; albarelli esposti sugli scaffali delle farmacie e delle spezierie del Regno; coppe, anfore e alzate, per impreziosire i banchetti e le fastose tavole dei Signori.

Questi manufatti, in origine del colore della terra, si tingono di smalto bianco, candido come il latte, tavolozze intonse, sulle quali la fantasia dei maestri maiolicari prende forma attraverso il turchino del cielo del sud, il giallo-arancio del sole e il verde ramina della terra delle gravine.

Cromie che, mescolandosi, creano un repertorio decorativo animato da personaggi della mitologia, da dame e lor cavalieri, da battaglie e scene di caccia, da paesaggi popolati da animali a tratti strani e grotteschi, sovente incorniciati da fitti ricami di margherite, tralci e girali vegetali che si intrecciano gli uni negli altri regalandoci scenari incantati.

Vuoi essere sempre aggiornato? 
ISCRIVITI al servizio Newsletter

MUMA museo delle maioliche di Laterza MUMA museo delle maioliche di Laterza MUMA museo delle maioliche di Laterza MUMA museo delle maioliche di Laterza

Top Reviews

Video Widget