Gastronomia

San Marzano Borsci: ecco la storia di un elisir famoso in tutto il mondo

Le origini del San Marzano Borsci risalgono al 1840 e ad una miscelazione antica, sapientemente conservata fino ai giorni nostri grazie alle premure di generazioni di artigiani che ne hanno preservato gusto e unicità

La storia del San Marzano Borsci inizia nel 1840, ai cui tempi si chiamava semplicemente Borsci ed era un’antica distilleria italiana.

Le origini vanno fatte risalire alla famiglia Borsci originaria del Caucaso, che, a seguito dei sommovimenti politici, decise di spostarsi in Albania.

Da qui, un nucleo della famiglia si separò approdando in Puglia, in un Comune della Provincia di Taranto, precisamente a San Marzano di San Giuseppe.

Da quel momento, fu dato vita al primo stabilimento di produzione di uno straordinario liquore che riporta ancor oggi il nome della famiglia che lo brevettò.

Il Borsci S.Marzano nacque da una ricetta risultato di una miscelazione antica rimasta segreta ed ereditata dagli avi di Giuseppe, il capostipite della famiglia, che la perfezionò dando vita ad un Elisir rimasto inalterato fino ad oggi.

Giuseppe Borsci pose sull’etichetta dell’Elisir la dicitura Specialità Orientale, insieme all’aquila bicipite, simbolo dell’Albania.

Ancor’oggi questo gustosissimo elisir viene prodotto come un tempo: vengono utilizzati solo ingredienti naturali e la premura dalle mani di artigiani sapienti. Un connubio perfetto che riesce a trarre il massimo dai recenti sviluppi tecnologici che hanno reso ancor più fertili le terre che poi danno vita alle essenze necessarie per produrre questa specialità.

Sul sito dell’azienda è possibile trovare ricette e altre leccornie legate a questa grande tradizione tarantina.

Vuoi essere aggiornato circa le nostra attività? ISCRIVITI al servizio Newsletter

Top Reviews

Video Widget