Consigli per negozi e aziende

Il mare caraibico non basta: ecco come attirare turisti senza perdere altro tempo

I turisti non sono polli da spennare. Chi lavora nel turismo deve capire che il mondo è cambiato e che bisogna cambiare strategia prima che sia troppo tardi

Come attirare turisti è la domanda che ristoratori, albergatori, proprietari di stabilimenti balneari e di strutture ricettive in genere si pongono in tutta Italia.

La domanda nasce spontanea soprattutto in considerazione delle gravi lacune statali sul fronte delle infrastrutture, dei trasporti e della sicurezza.

Molti imprenditori sentono costantemente puntato il dito su di sé quasi fosse tutta loro la colpa di un turismo che in Italia ancora non raggiunge quote veramente importanti.

In Italia, commercianti e imprenditori vengono spesso accusati di essere cari.
Di contro, essi ribattono dicendo che devono colmare in gap dovuto a presenze turistiche per lo più stagionali.

In effetti, tanto sbagliata non è la posizione di questi imprenditori, perché qui da noi siamo troppo abituati a far leva sulle bellezze naturali senza costruire nulla intorno che sia realmente in grado di offrire al turista un’esperienza gratificante.

Di sicuro, il mare caraibico non basta, così come non bastano più le spiagge attrezzate, gli eventi di nicchia e i mega concerti per attrarre masse non meglio precisate di persone rigorosamente spesso fuori target.

Il problema di come attirare i turisti è ancora più sentito se paragoniamo il caso Italia ai numerosi Paesi che si affacciano sul Mediterraneo, soprattutto Croazia, Albania, Grecia. Paesi che hanno un mare forse anche più bello del nostro ma che hanno capito prima di noi che tutto ciò non può comunque bastare.

Nello stesso tempo, io comprendo tutti quegli imprenditori che faticano davvero a lavorare nel proprio Paese, dovendo combattere con tasse al 60%, mancanza di sorveglianza e di sicurezza da parte delle Istituzioni, servizi di decoro e pulizie pressocché scarsi, controllo del traffico affidato solo agli autovelox e, dulcis in fundo, scarsità di fattori attrattivi.

Fino alla fine degli anni 90, il problema di come attirare i turisti non si poneva perché arrivavano senza fare alcuno sforzo, l’Italia aveva pochi concorrenti e in generale c’era una voglia diffusa di vacanza!

Dal 2000 però cambia tutto: il prezzo diventa un elemento decisivo e cresce la concorrenza tanto a livello delle destinazioni quanto perché nascono nuove tipologie di servizi turistici (B&B, agriturismi, ecc).

Il potere passa in mano alle OLTA.
E il prezzo diventa un fattore altamente discriminante.

Ma lo scenario è cambiato ancora negli ultimi anni con l’avvento di Tripadvisor, per cui la concorrenza la battaglia non è più soltanto sul prezzo ma sulle opinioni e sulle recensioni dei clienti.

La reputazione diventa oggi la chiave per il successo.

La reputazione è spesso non solo legata alla singola struttura turistica ma anche a tutto ciò che le sta attorno.

Sono in aumento i casi di recensioni che descrivono un posto come poco sicuro, sporco o senza servizi, al di là del prestigio della struttura ricettiva.

Quindi come attirare turisti se bisogna fare i conti con l’abbandono delle Istituzioni, l’assenza di infrastrutture, l’elevata tassazione sui redditi, l’elevata concorrenza basata sui prezzi e la difficoltà ad essere percepiti dal mercato?

Solitamente tutto questo comporta costi di gestione elevata che si riverberano su prezzi alti, al di là dell’effettiva qualità della proposta, del servizio o della struttura.

Può bastare un bel sito web, una pagina Facebook gestita bene e un mare caraibico per attrarre turisti e veder crescere la propria azienda?

So ad esempio che in giro ci sono moltissimi marketer da strapazzo che propongono App, Siti web, Soluzioni marketing avanzate e strabilianti brochure.

Molti imprenditori ci cascano in pieno e fanno investimenti su questi strumenti che solitamente non conducono a nulla. Così molti di loro cadono nello sconforto e pensano che il marketing non serve e che deve essere lo Stato a fare qualcosa…

Io queste persone le capisco, perché so bene che significa essere bombardati tutti i giorni da gente che, pur di tirare a campare, ti propone finti piani di attacco per acquisire nuovi clienti.

Queste persone devono guadagnarsi la pagnotta ed è chiaro che cerchino di convincerti sulla bontà delle loro idee..

Quindi tornando a noi, come attirare turisti prima che sia troppo tardi?

La risposta è solo una e si chiama STRATEGIA DI DIFFERENZIAZIONE.
In poche parole, bisogna essere UNICI, evitando accuratamente di copiare il vicino di bottega con proposte che sono più o meno le stesse.

CHI NON SI DISTINGUE PRIMA O POI SI ESTINGUE!

Bisogna smettere di puntare al prezzo, al sito web o alla pagina Facebook per acquisire turisti e clienti.

Il turista oggi non desidera semplicemente un prodotto o un servizio, ma un’esperienza!

Le abitudini e caratteristiche della nuova generazione di turisti si sostanziano in una grande attenzione ai prezzi: di conseguenza, meglio evitare di proporre le stesse cose dei propri concorrenti …

La Banca d’Italia ha realizzato un’indagine campionaria sul turismo ogni anno, sin dal 1996, basandosi su interviste e conteggi di viaggiatori residenti e non residenti in transito alle frontiere italiane.

Secondo quanto traspare dai dati, è cresciuto il numero di viaggiatori, i pernottamenti sono invece diminuiti.

I dati più alti si registrano in Svizzera (19.811.000), Francia (9.408.000), Slovenia (7.020.000) e (Austria 6.970.000). Per quanto riguarda gli altri continenti, 2 milioni 721 mila italiani si sono recati in America (di cui 1.416.000 negli Stati Uniti), 2 milioni 497 mila nel continente asiatico (517.000 in Cina), 1 milione 448 mila in Africa (metà più gettonata l’Egitto, con 378.000 viaggiatori) e 196.000 in Oceania.

I turisti conoscono più culture, sono più istruiti, desiderano servizi specifici.

Il fenomeno dei “lastminute” e dei voli low-cost sta soppiantando i lunghi soggiorni.

E’ sempre più turismo mordi e fuggi.

I turisti attuali ricercano sempre di più nella vacanza una forma di evasione dalla vita stressante delle grandi città, per cui sono alla ricerca di emozioni forti e di esperienze uniche.

Non basta più lavorare sulle leve del prezzo, del posizionamento sui motori ricerca e sull’Advertsing in genere per rispondere correttamente alla domanda su come attirare turisti.

Bisogna offrire esperienze nuove, agevolmente e comodamente accessibili, possibilmente in rete con altri operatori turistici nel tentativo di avvolgere queste persone in un’atmosfera rigenerante, rilassante, emozionante.

Immagino che ora ti stanno venendo in mente tante idee, tante proposte, ma non basta lavorare con creatività per ottenere risultati nel medio/lungo termine.

La giusta strategia d’impresa non si improvvisa immaginando semplicemente un mondo nuovo, prodotti e servizi differenzianti o proposte largamente interessanti.

Bisogna studiare il mercato, elaborare dei test e sintetizzare i risultati.
Questa è l’unica strada per diventare leader nel proprio settore, acquisire nuovi clienti e rendere la propria azienda un motore che genera ricchezza per se stessi e per il territorio.

Per riuscire in questa impresa, devi smetterla di affidarti ai tutto fare, ai realizzatori seriali di locandine, grafiche e siti web all’ultima moda.

Devi smetterla di rivolgerti a quella sottospecie di marketer che ti offrono posizionamenti facili sui motori di ricerca, app all’ultimo grido e pubblicità di vario genere.

Se vuoi diventare un leader nel tuo mercato e vuoi far respirare la polvere ai tuoi concorrenti perché sarai anni luce avanti a loro, devi costruire una strategia insieme a chi TI GARANTISCE UN PRECISO RISULTATO e non ti sbatte in faccia la solita solfa del pubblicitario d’esperienza.

Se vuoi davvero iniziare a fare la differenza, il sistema IMPRENDITORI DI SUCCESSO CON GARANZIA DI RISULTATO è quello che fa per te. Clicca adesso sul sito www.imprenditoridisuccesso.it e inizia subito a costruire un nuovo radioso futuro per te, la tua famiglia, i tuoi collaboratori e il territorio in cui vivi!

Vai adesso su www.imprenditoridisuccesso.it 

Top Reviews

Video Widget