Gastronomia

Cozze alla marinara e Impepata di cozze: le regine della tavola in Puglia

Spesso molti confondono fra le due ricette, in realtà sussistono grandi differenze tra cozze alla marinara e impepata di cozze. Entrambi i piatti sono però così apprezzati da essere diventati famosi in tutto il mondo

Le differenze tra cozze alla marinara e impepata di cozze si sostanziano nel tipo di ingredienti previsti dalla loro cottura.

L’impepata di cozze è il piatto più semplice dei due e rappresenta il cuore della tradizione pugliese e, in particolare, della cucina tarantina.

Alla base di tutto vi è comunque il mitile, la cozza, tecnicamente detto mollusco bivalve dalla conchiglia equivalve.

Le cozze raggiungono anche dimensioni di 15 centimetri, ma solitamente in commercio se ne trovano di almeno 5 centimetri: vivono attaccate a strutture come scogli e pontili immersi nell’acqua grazie al “bisso”, quell’intreccio di fibre molto resistenti che volgarmente viene chiamato “barbetta” (da togliere durante la pulizia).

Le cozze tarantine sono caratterizzate dal tipico ricco sapore dovuto alle tecniche di allevamento prodotte nel Mar Piccolo, dove la salinità dell’acqua di mare viene stemperata dalla dolcezza delle acque che sgorgano dalle sorgenti sottomarine.

Alcune presentano uno sgargiante colore arancione e altre un colore giallo chiaro. La differenza è che quelle colore arancione vivo sono femmine, mentre quelle di colore giallo sono maschi.

Le cozze più pregiate sono infatti le femmine perchè hanno un sapore più dolce.

Le cozze tarantine hanno un bassissimo contenuto di grassi e calorie (circa 84 kcal per 100 gr. di prodotto), quindi sono indicate in una dieta ipocalorica, ma sono anche una ricca fonte di antiossidanti, vitamine, in particolar modo di vitamina (gruppi C e B) e di proteine nobili.

Hanno proprietà digestive grazie ai sali minerali che contengono.

Si possono cucinare in tanti modi ma i metodi più ricorrenti sono quelli più tradizionali e che abbiamo citato in quest’articolo.

Le differenze tra cozze alla marinara e impepata di cozze si sostanziano nel fatto che le prima hanno un processo di cottura più elaborato mentre le seconde si cucinano semplicemente facendole aprire sul fuoco e condendole con la loro stessa acqua e un po’ di pepe.

Per fare l’ impepata serve solo una bella casseruola alta.
La cosa importantissima è di pulire bene bene le cozze, oltre alla classica barbetta, i gusci devono essere quasi tirati a lucido, cosi avrai un bel brodetto ( soutè ) pulitissimo e ottimo.

Le cozze alla marinara prevedono lo stesso procedimento di pulitura e raschiatura dei gusci di cui sopra.
In più ti occorrono alcuni ingredienti: aglio, prezzemolo, peperoncino fresco, vino bianco e ottimo olio evo.

Dunque, per preparare le cozze alla marinara, devi predisporre un soffritto con olio, aglio a fettine o tritato, poi peperoncino. Dopodiché si aggiungono le cozze, si bagna con il vino, infine si mette il prezzemolo tritato finemente. Si copre la padella e si prosegue la cottura a fuoco lento. Quando le cozze saranno tutte aperte, allora il piatto sarà pronto.

Ideale, per entrambi i piatti, l’optimum sarebbe quello di accompagnarli con del pane abbrustolito sul quale ci abbiamo strofinato dell’aglio.

Puoi cucinare da solo questi due piatti e appurare le differenze tra cozze alla marinara e impepata di cozze oppure, ma se non vuoi sporcare i fornelli o non hai tempo, ti consigliamo di assaggiare entrambe le pietanze al Ristorante Magna Grecia, a Taranto in viale Magna Grecia 94.

Informazioni e prenotazioni:
TEL 0997351766
www.ristorantepizzeriataranto.it

Vuoi essere aggiornato circa le nostra attività? ISCRIVITI al servizio Newsletter

Top Reviews

Video Widget