100milioni per STRADA FUTURA, l’alternativa all’asfalto zero buche in città

strada futura

Arrivano i finanziamenti per STRADA FUTURA, l’idea di un’azienda tarantina per rifare le strade urbane in modo ecologico con innovativi pavimenti ultra resistenti che garantiscono zero buche, zero inquinamento e minori costi di manutenzione

STRADA FUTURA è un’idea di Vibrotek, azienda specializzata da 30 anni nella produzione di pavimenti ultraresistenti con masselli autobloccanti.

L’obiettivo è rimpiazzare completamente l’asfalto e ripavimentare le strade urbane grazie ad un finanziamento di 100 milioni messo a disposizione dei Comuni da parte della Regione Puglia.

STRADA FUTURA è perfettamente in linea con l’attuale tentativo di transizione ecologica. Soprattutto è l’antitesi di un asfalto inquinante che impermeabilizza i suoli favorendo la desertificazione e l’esaurimento delle falde acquifere.

Non dimentichiamo infatti che l‘asfalto è causa di inquinamento di suolo e aria in quanto è un derivato del petrolio. Inoltre è responsabile della creazione delle Isole di Calore in città, soprattutto in tempi di surriscaldamento climatico. A causa delle sue caratteristiche fisiche, assorbe calore e lo restituisce agli abitanti della città soprattutto nelle torride giornate estive.

Poi, in assenza di un’adeguata manutenzione continua, si usura al punto da causare le tanto ordiate buche che impattano sulla qualità dei transiti, sull’estetica urbana e persino sulla sicurezza stradale.

Strada Futura è ufficialmente l’unica vera alternativa sostenibile all’asfalto in grado di rivoluzionare le nostre città

Consiste nel rifacimento di tutte le strade urbane con sistema di pavimentazione segmentale che prevede l’impiego di masselli autobloccanti ultra resistenti i quali, una volta rimosso il vecchio asfalto, vengono installati mediante accostamento su sabbia di fiume, utilizzando lo stesso sottofondo pre-esistente.

Clicca sul seguente link per saperne di più ==> https://www.vibrotek.it/strada-futura

Questo sistema di pavimentazione è progettato e realizzato sull’antico modello delle strade romane, con l’unica differenza che quello usato 2000 anni fa era costituito da blocchi in pietra. Dopo due millenni, quelle strade sono ancora oggi lì, perché concepite per resistere nel tempo con la minima necessità di manutenzione.

Strada Futura richiama perfettamente l’antico sistema romano ma lo rivoluziona utilizzando pavimentazioni ultra resistenti con masselli autobloccanti, prodotti industrialmente secondo le più avanzate tecnologie ad oggi conosciute.

Niente più buche né avvallamenti in città!

Questo sistema di ripavimentazione delle strade urbane assicura grande resistenza alle sollecitazioni sia trasversali che longitudinali, tanto da non richiedere continui interventi di manutenzione come invece si fa con l’asfalto.

Le sue doti lo rendono ideale per assicurare continuità all’asse viario, senza far registrare cedimenti, avvallamenti e le classiche buche.

Le sue caratteristiche ne fanno anche una soluzione eco-compatibile che, a differenza dell’asfalto, rendere le nostre città più vivibili, la nostra aria più salubre e le nostre strade più sicure.

Mai più pozzanghere in città!

Il valore aggiunto di questa soluzione è triplice: non impermeabilizza il suolo e assicura il ritorno dell’acqua piovana in falda.

Inoltre, grazie alla particolare capacità drenante di alcune varianti, impedisce il formarsi di pozzanghere e allagamenti.

Un’adeguata progettazione può prevedere l’installazione di masselli tecnici che letteralmente drenano l’acqua piovana, trasferendola nel sottosuolo.

Mai più isole di calore!

Strada Futura evita la formazione delle cosiddette “isole di calore”, tipiche delle aree asfaltate. Ciò soprattutto quando in estate fa molto caldo, in quanto accumulano calore prodotto dal sole e producono quella orribile sensazione dei 50° all’ombra.

Più sostenibilità

Strada Futura è anche una pavimentazione stradale caratterizzata dalla riutilizzabilità dei suoi elementi!

In caso di intervento ai sotto-servizi, i pavimenti possono essere facilmente smontati e successivamente re-installati senza sprechi né costi elevati per l’ente pubblico.

Siamo di fronte ad una soluzione rivoluzionaria, perché, rispetto all’asfalto, non richiede manutenzione (o comunque ne richiede ben poca).

I masselli autobloccanti Strada Futura hanno una durata media pari ad oltre 35 anni, decisamente superiore rispetto alla vita media dell’asfalto che non supera i 7-10 anni.

Questo vuol dire che non ci sono più i costi di continuo ripristino del manto stradale, ma avremmo strade più sicure, belle, confortevoli e durature senza costi di manutenzione straordinaria.

Più sicurezza stradale in città sia di giorno che di notte!

Questa soluzione ha un impatto molto positivo anche sulla sicurezza stradale!

I pavimenti oggetto della proposta hanno fattori di luminanza tali per cui, specialmente nelle ore serali o notturne, inducono gli automobilisti ad una guida più prudente.

Talune peculiarità, unita al fattore acustico percepito all’interno dell’abitacolo dell’auto, consente all’automobilista di anticipare notevolmente i tempi di percezione del pericolo.

L’assenza di buche, infine, rende le strade più confortevoli da percorrere e riduce i rischi di incidenti stradali, causati da false manovre dovute per scansare un cedimento.

Già diversi Comuni utilizzano Strada Futura al posto dell’asfalto!

In provincia di Foggia e, precisamente nel borgo di Deliceto, il Comune ha completamente rimosso il vecchio asfalto e installato i nostri masselli autobloccanti, secondo la proposta Strada Futura.

Il risultato è stato apprezzato da tutti sia dal punto di vista estetico che funzionale: le strade sono visivamente più gradevoli da vedere e da usare in auto, a piedi o in bicicletta.

Strada Futura cambia il volto delle città e le rende più gradevoli, sicure e vivibili, eliminando i costi economici e ambientali tipici dell’asfalto.

100 milioni dalla Regione Puglia per rifare le strade urbane

Il presidente della Regione Emiliano ha annunciato lo stanziamento di 100 milioni di euro per sistemare strade e marciapiedi di tutti i 257 Comuni pugliesi.

Ai Comuni sarà consentito fare immediatamente dei lavori indispensabili non solo per il decoro ma anche soprattutto per la sicurezza.

A partire dalla pubblicazione dell’Avviso sul Bollettino Ufficiale della Regione Puglia, i Comuni avranno 5 mesi di tempo per presentare uno o più progetti che, a pena di inammissibilità, siano esecutivi, quindi immediatamente cantierabili.

Dall’ammissione al contributo regionale, avranno 6 mesi per indire le gare e aprire i cantieri e successivi altri 6 mesi per completare i lavori e rendicontare le spese alla Regione.

All’inizio dei lavori, la Regione Puglia trasferirà ai Comuni il 70 per cento delle risorse riconosciute, il restante 30% sarà trasferito alla conclusione.

I 100 milioni di euro sono stati ripartiti integrando due criteri oggettivi ponderati: il numero di abitanti al 1° gennaio 2020 ha pesato per il 55%, la superficie territoriale comunale per il 45%. Le Amministrazioni comunali saranno le stazioni appaltanti.

Vuoi saperne di più ==> https://www.vibrotek.it/strada-futura

Vuoi essere aggiornato?
ISCRIVITI al servizio Newsletter

CONDIVIDI SUI TUOI SOCIAL
Back To Top