Antica arte orafa tarantina al British Museum di Londra

Emozionanti testimonianze di arte orafa tarantina risalenti al IV e al III secolo a.C. esposte in uno dei musei più importanti d’Europa

Sono capolavori di arte orafa risalenti al IV e III secolo a.C. questi splendori che oggi tutto il mondo ammira all’intero del British Museum di Londra.

Chi li indossava doveva appartenere ad un ceto sociale elevato.
Di sicuro ostentavano potenza, ricchezza, potere.

La  collana in oro composta da una catena di vaghi in lamina sbalzata di forme differenti con pendenti (foto di copertina) probabilmente apparteneva ad una sacerdotessa di Hera.

E che dire degli orecchini con pendenti e lo scettro (foto qui in basso) e la corona di foglie d’oro e rosette raffigurante Bacco (Dioniso)?

Semplicemente meravigliosi!

Orecchini con pendente (photo credits: Ann Raia, 2006, vroma.org)

La straordinarietà dell’antica arte orafa tarantina fornisce un chiaro specchio dell’opulenza dei commerci dell’epoca. Ma anche dell’abilità di quei maestri chiamati a cesellare monili ed ornamenti per le classi agiate.

Questi tesori facevano del corredo della cosiddetta “Sacerdotessa di Taranto”, un trittico di oggetti d’oro di straordinaria fattura che dal 1872 è in mostra permanente presso il British Museum.

Era la Taranto potente, punto di riferimento per tutto il Mediterraneo.

Vuoi essere sempre aggiornato?
ISCRIVITI al servizio Newsletter

Anello a castone ovale rialzato, oro, 350-330 a.C.
CONDIVIDI SUI TUOI SOCIAL
Back To Top