Infrastrutture e mobilità

Il Parco di Lulù: sarà realizzato nel quartiere Tamburi di Taranto

Ecco come sarà il nuovo parco giochi fortemente voluto da Niccolò Fabi per ricordare la figlia morta a 2 anni, per una meningite fulminante

Il progetto Il Parco di Lulù ha origine da un’idea della fondazione Parole di Lulù onlus di Shirin Amini e Niccolò Fabi, organizzatori di una giornata di raccolta fondi che ha avuto luogo lo scorso settembre 2016 nella masseria Mangiato.

Il parco giochi per i bambini di Taranto è stato fortemente voluto da Niccolò Fabi per ricordare la figlia, Olivia, morta a due anni, per una meningite fulminante, nel 2010.

Sorgerà nel quartiere Tamburi.

Per realizzare il Parco di Lulù, Parole di Lulù si è avvalsa della collaborazione di Fondazione Pizzarotti e della collaborazione di un team di professionisti tarantini legati ad AIL e Arci ragazzi, e del supporto tecnico dell’architetto Prontera e coordinati dalla dott.ssa Annamaria Moschetti dell’Associazione Culturale Pediatri.

Il progetto è a cura dell’architetto Francesco Di Gregorio, incaricato dalla Fondazione Pizzarotti di Parma.

Verrà realizzato con modalità e materiali che tendano a ridurre la possibilità di contatto con le polveri inquinanti e con lo scopo di regalare ai bambini del quartiere un luogo di svago protetto.

Con il Parco di Lulù, Niccolò Fabi ha inteso offrire così un concreto e significativo contributo al cambiamento e alla riconversione di Taranto.

Vuoi essere aggiornato circa le nostra attività? ISCRIVITI al servizio Newsletter

Top Reviews

Video Widget