a Taranto si rilancia la Nordic Walking per stare in forma

La Nordic Walking può generare un incremento fino al 46% nel consumo di energia rispetto alla camminata senza bastoni e un aumento di resistenza della muscolatura del tronco superiore fino al 38% in sole dodici settimane.

Francesco Spadaro

E’ Francesco Spadaro il promotore tarantino della celebre Nordic Walking, alias Camminata Nordica.
La Nordic Walking è un’attività sportiva che viene svolta utilizzando bastoni appositamente studiati, simili a quelli utilizzati nello sci di fondo ed ha il fine di aumentare in maniera generalizzata la forza e resistenza nei muscoli principali e nel tronco.

Ecco i benefici di questa straordinaria idea:

  • Aumento significativo della frequenza del battito cardiaco a parità di ritmo
  • Miglioramento delle vie vascolari ed efficienza dell’apporto di ossigeno
  • Maggior facilità nella risalita di pendii
  • Consumo di maggior quantità di calorie rispetto alla normale camminata
  • Miglioramento di equilibrio e stabilità
  • Alleggerimento significativo degli sforzi su anca, ginocchio e caviglie
  • Riduzione degli sforzi sulla struttura ossea

Rispetto alla normale camminata, la Nordic Walking richiede l’applicazione di una forza ai bastoni a ogni passo. Ciò implica l’uso dell’intero corpo (con maggiore intensità) e determina il coinvolgimento di gruppi muscolari del torace, dorsali, tricipiti, bicipiti, spalle, addominali e spinali, assente nella normale camminata.

L’attività può generare un incremento fino al 46% nel consumo di energia rispetto alla camminata senza bastoni. È stato anche dimostrato l’aumento di resistenza della muscolatura del tronco superiore fino al 38% in sole dodici settimane.

Nordik walking

I bastoni per camminata nordica sono più corti di quelli utilizzati nello sci da fondo. L’uso di bastoni di lunghezza errata può aumentare lo sforzo sulle articolazioni di ginocchia, anca e schiena, diminuendo l’efficacia della camminata coi bastoni. I bastoni per la camminata nordica sono disponibili in pezzo unico, non regolabile, oppure in due pezzi telescopici, bloccabili e regolabili in lunghezza. I bastoni per la camminata nordica hanno impugnature con laccioli speciali, una specie di guanto senza dita che permette di trasmettere la spinta attraverso il lacciolo stesso, evitando di dover stringere l’impugnatura.

A differenza dei bastoni da trekking, i bastoni per la camminata nordica sono dotati di inserti rimovibili in gomma per impiego su superfici dure e in metallo per impiego su terreno, sabbia, neve e ghiaccio.

La maggior parte dei bastoni è realizzata in materiali leggeri come alluminio, fibra di carbonio, o materiali compositi. Non è richiesto l’uso di calzature speciali. Esistono calzature progettate per tale attività sportiva, ma sono comunque adatte anche comode calzature per camminare o correre su sterrato.

Marko Kantaneva è l’inventore della Nordic Walking, concetto che è stato sviluppato sulla base dell’allenamento e insegnamento fuori stagione dello sci di fondo. Tale concetto comprende la descrizione degli esercizi, come svolgerli, le motivazioni di carattere anatomico e fisiologico e le specifiche caratteristiche dei bastoni. La camminata nordica è praticata in circa quaranta paesi in tutto il mondo e stime fatte nel 2007 danno un numero di praticanti nel mondo pari a circa sette milioni e mezzo di persone, ma in costante e rapido aumento.

La camminata nordica è una delle discipline più in crescita nel mondo in questo momento. L’attività è maggiormente diffusa in Scandinavia e nell’Europa centrale, dove a partire dal 2003 sono stati creati numerosi Nordic-Walking-Parks dotati di circuiti di difficoltà variabile.

Peraltro, da un’analisi di mercato condotta in Germania, circa il 69% dei praticanti sono donne. In Italia la camminata nordica, arrivata nel 2003 per merito dell’ANI, non è ancora molto diffusa e si stimano qualche decina di migliaia di praticanti. Dal 2007 si sta verificando però una grande crescita in termini di popolarità. Prima l’ANWI nel 2005 e poi la Scuola Italiana Nordic Walking dal 2009 si sono affiancate all’ANI come strutture che si occupano della promozione della camminata nordica e della formazione degli istruttori della disciplina in Italia.

Ad oggi Francesco Spadaro sta cercando di ricostruire sulle mappe tutti i percorsi da lui fatti al fine di offrire a tutti gli amici un ventaglio di percorsi; ovviamente bisogna lavorare per agevolare e incentivare la pratica di questa nuova ginnastica.

E’ un sogno. Ma come molti esperti insegnano, i sogni si possono realizzare soprattutto se poi subentra la passione, l’amore per la natura, la condivisione delle idee.

E’ possibile saperne di più ricercando su Facebook e Twitter le parole #NordicWalking

CONDIVIDI SUI TUOI SOCIAL
Back To Top