Il Dolce Natale di Taranto: le carteddate

Le carteddate fanno parte del ricco assortimento di dolci tipici del Natale di Taranto e sono caratterizzate da una duplice simbologia

Si avvicina il Natale di Taranto, la Sacra Festa che ri-unisce (o almeno ci prova) la Città dei Due Mari, sintesi di rare bellezze abbracciate da acque cristalline, delfini e dolci colline.

Questa Taranto la ritrovi a tavola tra i profumi dei suoi piatti tipici ed è una magia che mette d’accordo tutti: Carteddate, SanacchiudereTaràdde scatàt’, Pezzetti di cannella sono i dolci tipici di questa terra così bella e così maltrattata.

Cominciamo dalle carteddate: sono sfoglie di pasta fritta caratterizzate dalla tipica forma accartocciata e da una duplice simbologia: la sfoglia tagliata a striscioline strette e poi arrotolate fino a formare delle roselline rappresentano le fasce in cui era avvolto il Bambin Gesù; la sfoglia tagliata a strisce larghe interpretano il ruolo delle lenzuola.

In particolare, le striscioline più strette vengono fritte e condite col vincotto, mentre le strisce di sfoglia vengono anch’esse fritte ma condite con miele e anesini.

Ecco qui una ricetta delle carteddate: clicca qui

Vuoi essere aggiornato circa le nostra attività? ISCRIVITI al servizio Newsletter

CONDIVIDI SUI TUOI SOCIAL
Back To Top