12 ottimi motivi per cui gli imprenditori dovrebbero investire a Taranto

12 ottimi motivi per cui gli imprenditori dovrebbero investire a Taranto

E’ questo il momento più propizio per investire a Taranto: mai come ora, la città pronta per vivere una nuova era di rinascita e di sviluppo

Se osserviamo le statistiche su flussi e stock di investimenti diretti esteri (vedi i dati Reprint), i dati sulle migrazioni di imprese rilevati periodicamente da Unioncamere, o ancora, si analizzano le tante criticità a livello infrastrutturale, istituzionale o nei servizi pubblici, il saldo è negativo.

E la sola idea di investire a Taranto potrebbe considerarsi folle.

Una ricerca sulle preferenze di localizzazione delle imprese condotta dal CERTeT in collaborazione con l’Università di Groningen in Olanda, getta luce su questi aspetti.

Nell’indagine in questione si è domandato ad un gruppo variegato di imprenditori italiani di valutare regioni e province italiane in quanto possibili luoghi di investimenti produttivi.

I risultati lasciano poco spazio all’interpretazione, designando uno scenario piuttosto negativo se posto a confronto con quella delle regioni del Centro e del Nord.  

Tra i principali fattori che determinerebbero la scarsa attrattività del Sud e di città come Taranto vi sarebbero le carenze infrastrutturali, la ristrettezza del tessuto produttivo e del mercato, la presenza della criminalità organizzata. Di minore rilevanza sarebbero le questioni legate al capitale umano, alla scarsa presenza di strutture di ricerca, ale quasi assenti politiche per lo sviluppo da parte dei vari enti.

Trasporto ferroviario, portualità e piattaforme logistiche sembrerebbero essere i principali pilastri ancora da costruire. E dunque costituirebbero il primo vero freno all’economia.  

Giunti a questo punto, solo un pazzo potrebbe valutare conveniente investire a Taranto.

C’è un però.

Le pregresse recenti epoche industriali in cui i grandi mostri dell’acciaio e del petrolio hanno determinato picchi di ricchezza e di incremento demografico in assenza di un vero e proprio piano di sviluppo.

La recente crescita economica di Taranto è stata affidata all’improvvisazione più totale.
Testimonianza ne è la massiccia presenza di opere abusive (poi condonate) a ridosso delle meravigliose coste caraibiche o lo sviluppo policentrico della città.

Poco si è pensato a costruire strade, ponti, porti, infrastrutture degne di tali nomi.
E tuttora, osservando la semplice gestione del verde, ci si accorge che chi ha finora amministrato non c’ha capito un emerito cavolo di economia. Semmai, ha semplicemente assecondato una certa richiesta proveniente da sacche di voti che hanno tenuto in vita autentici mostri della politica.

Premesso ciò, bisogna fare caso al fatto che la gente, il popolo, i cittadini cominciano a prendere coscienza di tutto ciò. E’ un processo lento ma inarrestabile. Ed inesorabile.
E’ successa la stessa cosa a città come Copenaghen o Bilbao.

Taranto sta attraversando uno dei periodi più interessanti della propria storia.
Mai come ora, Taranto è una città fertile e in pieno fermento. E’ questo il momento più proprio per investire a Taranto.

E’ Taranto la città su cui più che mai è conveniente investire adesso.
Il processo di rinascita è in atto e lo si potrà osservare meglio nei prossimi mesi.

investire a Taranto non prescinde certo da alcuni variabili determinanti.
C’è bisogno almeno di politiche di marketing territoriale mirate (potenziando anche la governance territoriale delle politiche per l’attrazione degli investimenti, ancora troppo carente), che rendano visibili e promuovano le aree cruciali con migliori performance.

Investire a Taranto significa anche mettere in atto strategie di comunicazione e promozione che consentano di scardinare la cappa mediatica che oggi tiene Taranto sotto scacco al cospetto dei mostri quali Ilva ed Eni, in primis.. 

Su questo aspetto, Made in Taranto è da tempo immemore impegnata e, pian piano, ce la sta facendo a far emergere un potenziale sinora soffocato dal piagnisteo costante, dalla lamentela continua tipica tarantina, dalle polemiche sterili e purtroppo dall’elevato disagio sociale sofferto a causa dell’assenza di un piano di riconversione o, quanto meno, di ammodernamento industriale che tenga conto della questione ambientale.

Si tenga presente che, fino a 10 anni, questa città ha dovuto lottare con personaggi che l’hanno letteralmente condannata alla morte. Si veda il caso delle intercettazioni telefoniche a carico di Ilva ed Eni, il caso della malavita che ogni tanto mette la testa fuori dal sacco, i numerosi episodi di abusivismo mai combattuti e l’eterna querelle tra Istituzioni poste una contro l’altra in assenza di una cabina di regia autorevole.

Le cose ora stanno per cambiare.
Ed è sotto gli occhi di tutti.

Mai come oggi, vi è un’opportunità straordinaria per tutti gli imprenditori che desiderino investire su questa città

Queste opportunità per investire a Taranto le ho volute sintetizzare qui:

  1. Grande apertura verso il mercato europeo e globale: Taranto è strategicamente posizionata per l’accesso ai mercati in Europa e nella regione balcanica ed è crocevia naturale di grandi corridoi in tutto il Mediterraneo
  2. Crocevia turistico da 3 grandi realtà turistiche quali Matera, Valle d’Itria e Salento
  3. Progetti di recupero e valorizzazione già presenti: si veda il caso della Città Vecchia, dove il recente concorso di idee Open Taranto ha messo a punto proposte interessanti di rinascita
  4. Condizioni e Costi favorevoli: vi sono vari benefici fiscali e incentivi per chi investe in determinate zone della città
  5. Opportunità di investimenti con partnership pubblico – privato
  6. Sostegno giuridico e finanziario: i professionisti della rete Made in Taranto mettono a disposizione tutta la propria competenza in ambito giuridico e finanziario per agevolare gli investimenti ed attrarre i finanziamenti
  7. Conoscenza delle lingue straniere: disponiamo della scuola di inglese più antica d’Italia fondata da imprenditori sud africani (London School)
  8. Supporto marketing, contabile e fiscale con garanzia di risultato: i professionisti della rete Made in Taranto sono in grado di condurre i soggetti economici al successo grazie ad inedite formule coperte da garanzia di risultato
  9. Presenza di migliaia di giovani emigrati all’estero e dotati di grandi competenze tecnologiche, informatiche e commerciali che sarebbero disposti a tornare nella propria terra 
  10. Presenza prossima di numerosi bandi pubblici di finanziamento nei settori della cultura, del turismo, delle reti e dell’innovazione tecnologica
  11. Destinazione turistica consigliata quale località con migliore rapporto qualità prezzo certificata da Trivago
  12. Presenza di aree industriali già realizzate 
progetto di Stefano Boeri: https://www.architetti.com/stefano-boeri-architetti-open-taranto.html
progetto di Stefano Boeri: https://www.architetti.com/stefano-boeri-architetti-open-taranto.html

Sei interessato a investire a Taranto?

Se non sai da dove iniziare oppure vuoi essere già a metà dell’opera, Made in Taranto mette a disposizione il proprio staff e l’esclusivo servizio di Marketing con garanzia di risultato.

Made in Taranto è l’unica realtà al Sud Italia capace di condurti con mano verso il successo, condividendone i rischi e assumendone pienamente la responsabilità. Se vuoi saperne di più, clicca sul seguente link: http://www.madeintaranto.org/marketing-risultato-garantito-acquisire-nuovi-clienti/

Se invece vuoi più informazioni o chiarimenti, puoi scriverci tramite il seguente form di contatto.
Riceverai gratis la speciale Guida per iniziare a muovere i primi passi e costruire un’azienda di successo.

* I campi contrassegnati con asterisco sono obbligatori

inviando questo modulo, autorizzi Digida srl al trattamento dei dati secondo il D.Lgs. 196/03 per le finalità connesse alla presente iniziativa