Attrazioni ed Escursioni

Estate a Taranto (e dintorni): 33 cose da fare, da vedere e da mangiare

Estate a Taranto
foto di Grazia Scialpi e Luca Tocci

L’estate a Taranto è un’esperienza indimenticabile con tante proposte, suggerimenti e itinerari tra leggende, storia, arte, natura e tanto mare!

Benvenuti nella famosa Città dei Delfini e dei Due Mari!

Trascorri la tua fantastica Estate a Taranto con le proposte di un territorio ricchissimo di risorse naturali, architettoniche, paesaggistiche e storiche!

Abbiamo suddiviso questa magica esperienza in ben 32 tappe argomentate per aree tematiche: potrai quindi scegliere tra esperienze in mare, sport, visite nei sotterranei della città, musei, degustazioni di prodotti tipici, storia e molto altro ancora!

Qui ti propongo una cernita dei posti più visitati e apprezzati dai turisti sia italiani che stranieri.


Prima tappa programma Estate a Taranto:
Visita ai delfini del Golfo di Taranto
>> https://www.madeintaranto.org/in-mare-con-i-delfini-prenota-ora-la-tua-escursione/

Gli imbarchi si effettuano al Molo Sant’Eligio nel borgo antico, previa prenotazione di molti giorni prima.

Se sei fortunato e hai trovato posto, si mollano gli ormeggi alle 9.30 circa per un’escursione in mare all’insegna del divertimento, della conoscenza e del buon cibo.

A bordo infatti sono previsti anche pasti e bevande.


Seconda tappa programma Estate a Taranto:
Castello aragonese di Taranto
>> www.madeintaranto.org/la-prigionia-del-conte-di-montecristo-nel-castello-aragonese-di-taranto

Il Castello Aragonese di Taranto, detto anche Castel S. Angelo, è ubicato vicino ad un’ antica depressione naturale del banco di roccia sopra cui sorge il borgo antico della città e consiste fondamentalmente in una ricostruzione aragonese di una precedente fortezza normanno-sveva-angioina costruita nello stesso punto.

Foto Serenella Veneziano

Terza tappa programma Estate a Taranto:
Ponte girevole
>>  https://www.madeintaranto.org/ponte-girevole/

Il maestoso Ponte Girevole, simbolo di Taranto, collega l’isola di Taranto alla città nuova.
Ha sostituito nel 1958 una struttura in legno risalente al 1886. Con la sua poderosa struttura in acciaio, sovrasta il canale navigabile scavato nel 1481 per proteggere la città dagli attacchi dei Turchi..

E’ tra le prime attrazioni che conquistano visitatori e residenti ogni volta che si apre per consentire il passaggio delle grandi navi della Marina Militare.

Mar Piccolo – Castello Aragonese con Ponte Girevole

Quarta tappa programma Estate a Taranto:
Cattedrale di San Cataldo
>> www.madeintaranto.org/taranto-visita-alla-cattedrale-e-al-duomo-di-san-cataldo

La Cattedrale di San Cataldo si trova proprio nel cuore della Città Vecchia di Taranto, centro di un’isola con oltre tremila anni di storia, antiche leggende e curiosi fatti di vita quotidiana.

Costruita tra il 1094 ed il 1160, integrò una precedente chiesa dedicata a S. Cataldo che costituisce probabilmente l’attuale capocroce della cattedrale. Nella cripta si conservano alcuni affreschi databili tra il XIV ed XV secolo.

Nel Cappellone di San Cataldo, sono conservate le spoglie del santo cui è dedicata la Cattedrale. A pochi passi dalla Cattedrale di Taranto, vi è la Chiesa di San Domenico, sorta sui resti di un tempio greco.

photo credits: Antonio Attolino
Photo Credits: Mirabilia
Cattedrale San Cataldo

Quinta tappa programma Estate a Taranto:
Museo archeologico di Taranto
>> https://www.tarantoperafestival.it/visita-al-marta

Il Museo Nazionale Archeologico di Taranto è fra i più importanti d’Italia e fu istituito nel 1887.

Il Museo occupa fin dalle origini l’ex Convento dei Frati Alcantarini, costruito a metà del XVIII secolo. Ospita i celebri Ori di Taranto, famosi in tutto il mondo

Mosaici conservati al MarTa


Sesta tappa programma Estate a Taranto:
Lungomare Vittorio Emanuele III

Il Lungomare di Taranto è una delle zone più caratteristiche e romantiche della città.

Da qui, infatti, si gode la vista di un panorama superbo. Consigliatissima una passeggiata al tramonto che, qui, dà veramente spettacolo!

credits photo: Dino Spino

Settima tappa:
Isole Cheradi
>> https://www.madeintaranto.org/isola-san-pietro-cheradi/

Si trovano a poca distanza da Taranto.  In origine erano tre, oggi sono ne visibili sono due ovvero le isole di San Pietro e San Paolo.
Le loro acque cristalline meritano un lungo magno immersi in una natura meravigliosa e sorprendente!


Ottava tappa:
Tour dello shopping e Luxury Shopping nel borgo umbertino di Taranto
>>  https://www.madeintaranto.org/luxury-shopping-experience-taranto/
>> https://www.madeintaranto.org/shopping-tour-taranto-rete-negozi-operatori-turistici/

Luxury shopping experience è un servizio esclusivo concepito per residenti e turisti esigenti e raffinati.
E’ un’esperienza di shopping indimenticabile.

Per te che sei alla ricerca sempre di emozioni impareggiabili è a disposizione un team di professionisti del total look e dello stile. Sono professionisti affiliati alla rete Made in Taranto. E sono al tuo completo servizio per condurti tra i migliori negozi del borgo umbertino.

Consigli, abbinamenti, consulenza d’immagine sono uno dei tanti vantaggi offerti da questo straordinario servizio. Il servizio di Luxury shopping experience comprende anche servizi di trasporto ristorazione grazie al supporto della rete di navette, taxi e ristoratori del network Made in Taranto.


Nona tappa:
Cantina Spagnola (Laterza)
>> https://www.madeintaranto.org/laterza-la-terra-delle-gravine-tra-i-piu-grandi-canyon-di-europa/

La Cantina Spagnola è nota ed apprezzata soprattutto per i numerosi rilievi scolpiti e le decorazioni pittoriche delle pareti.

Questa grotta è stata luogo di numerosi congressi internazionali di studiosi, accorsi qui per discutere della singolarità di questi affreschi e dei soggetti dipinti e per discettare riguardo gli enigmi legati alla commistione tra sacro e profano.

Cantina spagnola (photo credits: mesysmedia.it)

Decima tappa:
Gravine di Taranto
>> https://www.madeintaranto.org/gravine-di-taranto/

Le Gravine di Taranto costituiscono una delle aree più suggestive della Puglia in termini culturali e paesaggistici. Sono caratterizzate da profonde gole rocciose di origine carsica formate dall’azione corrosiva di antichi fiumi che dalle Murge milioni di anni fa si dirigevano verso il mare.

foto di Mario Cillo
foto di Manuel Marra

Undicesima tappa:
Museo della Civiltà del Vino Primitivo (Manduria)
>> www.museodelprimitivo.it

Sotto le ottocentesche volte a stella, e nelle antiche cisterne della Cantina manduriana, oggetti di vita quotidiana e attrezzi di lavoro del contadino di un tempo narrano la storia sociale e l’economia agraria di queste zone.

L’esposizione di vetusti torchi e di macchinari per opifici vinari testimoniano l’evoluzione della tecnologia nei campi della vinificazione e dell’enologia.

La ricca galleria di reperti collocabili tra la seconda metà dell’ ‘800 e i primi del 900 è accompagnata dall’esposizione di diversi documenti originali i relativi al mondo dell’agricoltura e del vino. Tra questi, un editto di Ferdinando I di Borbone del 1823.


Dodicesima tappa:
Spiaggia di San Pietro in Bevagna (Manduria)

Imperdibile è questa meravigliosa spiaggia caratterizzata da dune verdeggianti, sabbia bianchissima e mare cristallino. Qui sembra che il tempo non sia mai passato!


Tredicesima tappa:
Taranto Opera Festival con degustazione sul mare
>>  https://www.tarantoperafestival.it/taranto-opera-festival-2020/

E’ il Festival della Musica e del Gusto.

L’evento vede la partecipazione di alcuni tra i nomi più noti del panorama lirico internazionale che riporteranno nella Città dei Due Mari la grande tradizione operistica italiana.

Il pacchetto Taranto Opera Festival comprende:

  • Partecipazione alla serata al castello aragonese
  • Gran galà musicale
  • Percorso gastronomico prodotti tipici di puglia
  • possibilità di integrare il tour tra le bellezze in città

INFO TOUR COMPLETO AL 392 420 63 85


Quattordicesima tappa:
Quartiere delle Ceramiche (Grottaglie)
>> https://www.madeintaranto.org/bomboniere-matrimonio-ceramiche-giuseppe-fasano-scegli-originalita/

Visita al borgo antico di Grottaglie e al Quartiere delle Ceramiche; in particolare, escursione tra le principali botteghe dei maestri ceramisti (Casa Vestita ed Enza Fasano) e alla Chiesa medievale rupestre dove si conservano antichissimi affreschi in ottimo stato di conservazione


Quindicesima tappa:
Salina dei Monaci e foce del fiume Chidro (Manduria)
>>  https://www.madeintaranto.org/manduria-maruggio-e-salina-dei-monaci-passeggiata-tra-le-meraviglie/

E’ un’antica salina ormai non più in produzione. Qui si produceva il sale, un tempo alla base dell’economia dei luoghi.

La produzione è proseguita fino alla fine del 1800. Oggi è una zona protetta. Dove sfociano le acque del fiume Chidro, è possibile immergersi per esplorare i famosi Sarcofagi del Re ancora perfettamente conservati in fondo al mare.


Sedicesima tappa:
Tour delle Masserie 
>> https://www.madeintaranto.org/tour-delle-cento-masserie-crispiano-via-alle-visite-guidate/

Il Tour delle Masserie in carrozza è la proposta turistica che unisce l’unicità di paesaggi incantevoli e il fascino di antiche dimore contadine

Le pietre dei muretti a secco, il silenzio della campagna, i mastodontici ulivi, le verdi distese dei vigneti e dei campi di grano e le antiche dimore dei contadini: un turbinio di emozioni da vivere nell’originale proposta turistica del Tour delle Masserie!


Diciassettesima tappa:
Borgo di Martina Franca

Incastonata nel verde di dolci colline, Martina Franca è il borgo romantico per eccellenza di Puglia. Attrae turisti di tutti il mondo con il suo incredibile dedalo di viuzze, bianche casette e incantevoli stradine.

E’ nota per la sua splendida arte barocca che caratterizza i suoi tanti numerosi palazzi signorili e le sontuose balconate in ferro battuto, le antiche chiese e i caratteristici slarghi.

Martina Franca, Puglia, Italy :: Credits: Scatti di memoria

Diciottesima tappa:
I Sotterranei di Taranto
>> https://www.madeintaranto.org/sotterranei-taranto-storia-misteri-tradizioni-nel-borgo-antico/

Te ne segnalo alcuni tra i più imponenti che si distinguono per maestosità, bellezza e un certo fascino dovuto ad un certo alone di mistero che li circonda.

Queste bellissime testimonianze storiche vengono oggi sapientemente curate dall’associazione Nobilissima Taranto (tel 3274557909).


Diciannovesima tappa:
Ipogeo De Beaumont Bonelli Bellacicco, risalente a 2700 anni fa
>> http://www.filonidetaranto.it/p/casa-della-marchesa.html

L’ipogeo “De Beaumont Bonelli Bellacicco”, sito sull’Isola Madre di Taranto in corso Vittorio Emanuele al civico 39, è una struttura che narra la storia di Taranto sin dall’epoca geologica risalente a circa 65 milioni di anni fa, con successive tracce magno-greche, bizantine, medioevali e del XVIII secolo.

La Casa della Marchesa è situata al secondo piano del Palazzo de Beaumont Bonelli: la casa nobiliare testimonia la ricchezza artistica della nobiltà tarantina nei secoli XVII e XVIII.


Ventesima tappa:
Masseria Amastuola, il luogo dove gli antichi greci, 2700 anni fa, si rifugiarono per fondare l’antica Taranto
>> https://www.madeintaranto.org/masseria-amastuola/

Masseria Amastuola
Masseria Amastuola

Ventunesima tappa:
Cappellone di San Cataldo
>> https://www.madeintaranto.org/cappellone-di-san-cataldo

foto di Titti Battista

Ventiduesima tappa:
Cena in trattoria Gatto Rosso
>> https://www.madeintaranto.org/ristorante-gatto-rosso-taranto-leccellenza-tavola/

l Ristorante Gatto Rosso è un posto che ha fatto della semplicità la base del proprio successo. Il luogo ha mantenuto inalterato il valore della sua storia: i pavimenti sono quelli originari, i quadri con le foto dell’epoca narrano la storia di felicità e di soddisfazione dei suoi avventori, i tavoli e la disposizione dei tovagliati parlano di freschezza, umiltà, originalità


Ventitreesima tappa:
Tour delle Isole e aperitivo al tramonto in Barca a vela
>> https://www.madeintaranto.org/isola-san-pietro-la-bella-delle-cheradi-taranto-barca-vela/


Ventiquattresima tappa:
Casa della Marchesa
>> https://www.madeintaranto.org/casa-della-marchesa-taranto

Perfettamente conservata, Casa della Marchesa è la dimora nobiliare de Beaumont Bonelli Bellacicco risalente al XVII secolo, visitabile su prenotazione


Venticinquesima tappa:
Degustazioni eno-gastronomiche in una delle più antiche masserie di Puglia
>> https://www.madeintaranto.org/amastuola/

autentico fiore all’occhiello, Masseria Amastuola è agriturismo di gran classe e raffinata cantina che produce vini biologici rinomati in tutto il mondo

Masseria Amastuola si trova a Crispiano, a circa 15 km da Taranto.
E’ particolarmente rinomata per i suoi vigneti disegnati noto architetto paesaggista filosofo e giardiniere Fernando Caruncho di chiara fama internazionale e per essere stata protagonista di rilevanti scoperte archeologiche come i preziosi Ori di Taranto. Sono emerse anche vinaccioli e preziosissime anfore vinarie di origine greca.

Masseria Amastuola – photo credits: Fernando Caruncho

Ventiseiesima tappa:
Visita al laboratorio bio-cosmetico che produce prodotti di bellezza realizzati artigianalmente con ingredienti naturali esclusivamente del Sud Italia (olio extra vergine, latte d’Asina di Martina Franca e Agrumi della Sicilia)
>> https://www.madeintaranto.org/laboratorio-bio-cosmetico-made-in-taranto/


Ventisettesima tappa:
Visita al vigneto e degustazioni di prodotti tipici locali a Ginosa
>> https://www.madeintaranto.org/degustazioni-eno-gastronomiche-cantine-domenico-russo-ginosa/

Le Cantine Domenico Russo producono uva da tavola e pregiato vino naturale a pochi chilometri da Ginosa, alle porte della Basilicata e a 30′ da Matera.
Il clima mite, il paesaggio collinare e la vicinanza al mare costituiscono ingredienti eccellenti per un vino eccellente e un’esperienza di gusto superiore.

Con lo scopo di favorire la conoscenza del territorio, chiunque abbia voglia di trascorrere qualche ora all’insegna del relax e del gusto può approfittare di questa fantastica opportunità: Cantine Domenico Russo offrono l’occasione ideale per delle degustazioni eno-gastronomiche uniche nel loro genere.


Ventottesima tappa:
Visita alla famosa Chiesa rupestre medievale con affeschi ancora intatti
>> https://www.madeintaranto.org/grottaglie-chiesa-medievale-rupestre-con-affreschi-intatti/

La Chiesa è stata rinvenuta nel 2008 a seguito di lavori di risistemazione del giardino. Un riempimento di pietrame e terra dietro al quale si celava un forno mai utilizzato occultava l’edificio di culto. La Chiesa medievale presenta una pianta molto semplice con una navata unica che termina con tre absidi rettangolari sul lato orientale.


Ventinovesima tappa Estate a Taranto:
Vacanza ai Caraibi di Puglia
>> https://www.madeintaranto.org/vacanza-caraibi-di-puglia/

I Caraibi di Puglia comprendono oltre sessanta km di meraviglie: spiagge di sabba finissima, dune lussureggianti di macchia mediterranea, mare cristallino, rocce scurissime, baie color smeraldo e aree balneari attrezzate rendono questi posti tra i più apprezzati d’Italia e dalle caratteristiche esotiche.

Grazie ad uno speciale accordo tra Made in Taranto e Booking.com, se prenoti la tua vacanza con noi, ti verrà rimborsato il 10% del costo del soggiorno: https://www.booking.com/s/35_6/652bdd12


Trentesima tappa Estate a Taranto:
Visita alla Gravina di Riggio
>> https://www.madeintaranto.org/grottaglie-gravina-di-riggio-loasi-che-pochi-conoscono/

Una valle con un laghetto, una piccola cascata naturale – unica in Puglia – e tante testimonianze storiche, dalla preistoria al X secolo. La Gravina di Riggio nasce a 4 chilometri da Grottaglie, in provincia di Taranto, ed è una valle estesa 1300 metri e profonda 25.

Gravina di Riggio

Trentunesima tappa Estate a Taranto:
Visita alla famosa falesia di Statte
>> https://www.madeintaranto.org/falesia-di-statte-spettacolo-della-natura-unico-al-mondo/

Le pareti della falesia di Statte offrono uno scenario mozzafiato per chiunque pratichi l’arrampicata libera, alias free climbing. C’è anche da dire che negli ultimi vent’anni, un gruppo di appassionati climber tarantini hanno attrezzato oltre 100 percorsi suddivisi in vari settori lungo tutto il letto della gravina.

credits photo: http://ragnilecco.com/la-pietra-del-sud-il-video/

Trentaduesima tappa Estate a Taranto:
Visita alla gravina di Laterza
>> https://www.madeintaranto.org/laterza-la-terra-delle-gravine-tra-i-piu-grandi-canyon-di-europa/

Laterza è una piccola cittadina che sorge tra due profonde gravine testimonianza storica della presenza dell’uomo dalla Preistoria a tutto il Medioevo. In questa terra si susseguono numerosi templi rupestri impreziositi da bellissimi affreschi di soggetti religioso.

La formazione delle Gravine risale all’era terziaria, epoca in cui si susseguirono erosioni, sollevamenti tettonici e bradisismi. L’attuale conformazione è diretta conseguenza dello scorrere del fiume Lato che due milioni di anni fa ha eroso queste rocce fino a determinarne l’attuale aspetto con la successiva azione erosiva degli agenti atmosferici.


Trentatresima tappa Estate a Taranto:
Cena in spiaggia
>>  https://www.madeintaranto.org/cena-sulla-spiaggia/

Godiamoci la vita e questo favoloso ristorante a due passi dal mare, in cui è possibile cenare nutrendoci anche d’azzurra bellezza e dei profumi del Mediterraneo

Vuoi essere aggiornato circa le nostra attività?
ISCRIVITI al servizio Newsletter

Top Reviews

Video Widget